Poste Italiane: analisti non credono a interesse per Pioneer. Ecco perchè

di , pubblicato il
Poste Italiane resta in rosso a Piazza Affari anche dopo la presa di posizione di Mediobanca sul possibile interesse per Pioneer

Poste Italiane resta incerta a Piazza Affari. La quotata gialla, in questo momento, sta segnando un calo dello 0,94% contro un Ftse Mib in rialzo dello 0,24%. Poste ha aperto la seduta odierna con perdite superiori ad un punto percentuale per poi alleggerire il suo passivo (Poste Italiane interessata a Pioneer? Il mercato non reagisce bene).

Il mercato si interroga oggi sulla possibilità che Poste presenti davvero un’offerta per assumere il controllo di Pioneer. Ad ipotizzare questo scenario è stato Il Sole 24 Ore. Il quotidiano di Confindustria ha affermato che Poste Italiane avrebbe addirittura fatto recapitare ad Unicredit la documentazione per poter presentare, entro il previsto termine del 20 settembre, una manifestazione di interesse per Pioneer.

Secondo gli analisti di Mediobanca che, in questa fase, Poste sarebbe però presa da altri dossier e quindi la possibilità che la quotata gialla vada avanti su Pioneer è molto contenuta. In un report, gli esperti di Piazzetta Cuccia affermano che l’attenzione di Poste è ora rivolta alla disputa legale con H3G e al possibile acquisto di SIA e Bartolini. Scrivono da Mediobanca: “Riteniamo pertanto che siano altre priorità in questo momento con SIA in cima alla lista. Siamo quindi scettici circa la possibilità che Poste Italiane potrebbe andare avanti con l’acquisto di una quota consistente in Piooner“.

Argomenti: , ,