Popolare di Vicenza: Fondo Atlante al 99,33%, bloccata la quotazione

Ufficializzato lo stop alla quotazione di Banca Popolare di Vicenza. Ieri la notizia aveva provocato forti vendite su tutto il settore bancario

di , pubblicato il

banca popolare di vicenzaBanca Popolare di Vicenza ha reso noto che Borsa Italiana S.p.A., con avviso n. 8588 del 2 maggio 2016, preso atto dei risultati dell’Offerta Globale, non ha disposto l’avvio delle negoziazioni delle azioni e ha quindi dichiarato decaduto il provvedimento di ammissione a quotazione delle azioni della Banca n. 8199 del 20 aprile 2016 (Quotazione Popolare di Vicenza: colpo di scena, arriva lo stop. Crollano le banche a Piazza Affari).

Pertanto le adesioni all’Offerta Globale si intendono venute meno.
In virtù dell’Accordo di Sottoscrizione (Underwriting) con UniCredit, nonché dell’accordo di subunderwriting sottoscritto in data 20 aprile 2016 tra UniCredit e Quaestio Capital Management SGR S.p.A. anche alla luce dell’estensione dell’accordo di sub-underwriting concluso tra UniCredit e Quaestio e della corrispondente estensione degli impegni di UniCredit nei confronti della Banca, come comunicato dalla stessa UniCredit in data 25 aprile u.s. – il Fondo Atlante sottoscriverà n. 15.000.000.000 di Azioni al Prezzo di Offerta di Euro 0,10 per azione, per un controvalore complessivo di Euro 1.500.000.000 (pari al 100% del Controvalore dell’Offerta Globale). Il Fondo Atlante deterrà, quindi, una partecipazione nel capitale della Banca pari al 99,33%.

Argomenti: , , , , ,