PMI Servizi: dati di Italia, Francia, Germania e Eurozona a giugno

Netto miglioramento per il PMI Servizi dell'Italia nel mese di giugno (dato finale)

di Enzo Lecci, pubblicato il
Netto miglioramento per il PMI Servizi dell'Italia nel mese di giugno (dato finale)

Raffica di dati macro dall’Eurozona durante la mattinata. A stretto giro di boa sono stati diffusi gli indici Pmi Servizi di Italia, Francia, Germania e Eurozona. Vediamo nel dettaglio. Il Pmi Servizi dell’Italia relativo al mese di giugno si è attestato a quota 54,3 punti dai 53,1 punti della passata rilevazione, registrando il livello più forte di crescita da febbraio. Il mercato si attendeva un dato pari a 53,3 punti. Ihs Markit ha così commentato il dato italiano sul terziario: “Salgono a 25 i mesi consecutivi in cui il settore indica una crescita”. Il Pmi Servizi della Francia ha registrato a giugno un calo a 55,9 punti contro i 56,4 punti della passata lettura e del consensus Bloomberg. Il dato è tuttavia migliorato rispetto all’indicazione di maggio pari a 54,2 punti.

Il Pmi Servizi della Germania è salito a 54,5 punti a giugno contro i 53,9 punti della passata rilevazione e del consensus Bloomberg. Per finire, il Pmi Servizi dell’Eurozona si è attestato a 55,2 punti rispetto ai 55 punti della stima flash. Il dato finale di maggio era pari a 53,8 punti. “L’incremento del ritmo crescita ed il ritorno della pressione dei prezzi rafforza l’idea della Bce di ridurre lo stimolo a fine anno, ma i dettagli dell’indagine giustificano anche il cauto approccio che la banca centrale sta avendo rispetto a questa misura politica”, ha affermato Chris Williamson, chief business economist di Ihs Markit.

I dati macro non hanno prodotto alcun impatto sul Ftse Mib che, dopo circa un’ora dall’avvio degli scambi, segna un ribasso dello 0,3%.

Argomenti: col_Rullo, Macroeconomia

I commenti sono chiusi.