PMI manifatturiero: dati di Italia, Germania e Francia ad agosto (finale)

Pericoloso ribasso per il PMI manifatturiero dell'Italia nel mese di agosto (dato finale)

di Enzo Lecci, pubblicato il
Pericoloso ribasso per il PMI manifatturiero dell'Italia nel mese di agosto (dato finale)

Raffica di dati macro nella mattinata. Ad essere oggetto di pubblicazione sono stati gli indici Pmi manifatturieri delle principali economie dell’Eurozona ossia Germania, Italia, Francia ed Eurozona. Nel dettaglio, l’indice Pmi manifatturiero dell’Italia ha registrato nel mese di agosto un calo a 50,1 punti contro i 51,5 punti della passata rilevazione. Il dato è stato inferiore alle aspettative degli analisti che si attendevano un indice Pmi manifatturiero a quota 51,2 punti. Secondo gli analisti di Markit “il settore manifatturiero italiano ad agosto ha dato segnali di stagnazione”. Gli esperti hanno evidenziato che “sia la produzione che i nuovi ordini sono risultati più bassi, indeboliti dalla domanda domestica, mentre i livelli occupazionali sono aumentati al tasso più debole da settembre 2016″. Secondo gli analisti”la pressione dei costi rimane elevata, ma le fiacche condizioni del mercato ne hanno limitato il trasferimento ai clienti. Inoltre, le aspettative sul futuro sono risultate le più basse per oltre cinque anni”.

Per quello che riguarda gli altri indicatori, nella lettura finale, il Pmi manifatturiero tedesco si è attestato a 55,9 punti rispetto ai 56,1 punti della passata rilevazione e del consensus Bloomberg mentre il Pmi manifatturiero della Francia è stato rivisto al ribasso a 53,5 punti rispetto ai 53,7 punti della passata rilevazione e del consensus Bloomberg.

Per finire, a livello Eurozona, nella lettura finale il Pmi manifatturiero francese è stato rivisto al ribasso a 53,5 punti rispetto ai 53,7 punti della passata rilevazione e del consensus Bloomberg.

Il Ftse Mib, dopo la pubblicazione dei dati macro, sta segnando un rialzo dello 0,11%.

Argomenti: Macroeconomia

I commenti sono chiusi.