Pirelli, tracollo: titolo sospeso a Piazza Affari

Seduta contraddistinta dalle vendite per Pirelli che visti i scarsi risultati del terzo trimestre ha rinviato a novembre la presentazione del piano industriale. Target 213 comunque confermati

di Carlo Robino, pubblicato il

Pirelli non riesce a risollevarsi dal fondo del listino principale a Piazza Affari e anzi precipita tanto da essere sospesa per eccesso di ribasso. Il titolo, al momento di entrare in asta di volatilità , segnava un ribasso teorico del 5,78% a 7,745 euro. Pirelli paga fin dai primi scambi di oggi la decisione di rinviare la presentazione  del piano industriale 2013-2017 inizialmente prevista per l’8 maggio. I risultati del terzo trimestre 2012 hanno infatti consigliato alla società di posticipare l’evento a novembre per fornire – così spiega una nota diffusa da Pirelli nella serata di venerdì –  una migliore visibilita’ sullo scenario di riferimento ed elaborare previsioni coerenti con un orizzonte temporale di medio lungo termine. La società ha sottolineato lo scenario di mercato in costante evoluzione soprattutto con l’incognita principale rappresentata dall’Europa dove “la perdurante crisi economica ha chiari riflessi sui consumi e quindi sulla domanda di pneumatici, anche Premium”, ha precisato Pirelli. Per cercare di rassicurare il mercato la società ha confermato i target 2013 annunciati a marzo e ritenuti dagli analisti di Equita Sim raggiungibili. Infatti la scarsa domanda dell’Europa è compensate dalle buone performance di Pirelli in America Latina.

Argomenti: Borsa Milano, Pirelli & C