Piazza Affari verso un’apertura debole. Focus su Enel e bancari

Piazza Affari dovrebbe aprire in lieve calo stamattina. Occhio alle azioni Enel e del comparto bancario.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Piazza Affari dovrebbe aprire in lieve calo stamattina. Occhio alle azioni Enel e del comparto bancario.

Probabile apertura poco sotto la parità per Piazza Affari sulle tensioni tra Quirinale e maggioranza di governo, in merito alla nomina del prossimo ministro del Tesoro. La Lega, in particolare, spinge sulla persona di Paolo Savona, che il presidente Sergio Mattarella considera troppo euro-scettico. I mercati seguono la situazione.

Tra i titoli da monitorare c’è Enel, che ieri ha tenuto l’assemblea degli azionisti, alla quale ha partecipato il 61,9% del capitale per l’approvazione del bilancio 2017. E’ emerso che gli investitori istituzionali detengono il 57,5% del capitale, livello record per la compagnia, che resta in corsa con Neoenergia (Iberdrola) sull’acquisto della brasiliana Eletropaulo tramite asta. L’offerta di Enel risulta ad oggi la più alta, pari a 32,2 real per azione, superando i 32,1 della rivale.

Occhio sempre ai titoli del comparto bancario, che anche ieri hanno continuato a perdere sulle tensioni finanziarie che stanno riguardando i nostri BTp.

Argomenti: Borsa Milano

I commenti sono chiusi.