Piazza Affari verso un avvio in calo. Occhio a Unicredit, Intesa e Bpm

di , pubblicato il

Piazza Affari verso un'apertura in caloPiazza Affari e le principali borse europee dovrebbero iniziare la seduta odierna in lieve flessione. In particolare, per la Borsa di Milano si tratterebbe di un calo tecnico, dovuto al realizzo probabile dei guadagni ottenuti ieri dagli investitori, quando l’Ftse Mib ha chiuso con un rialzo del 3,61%.

E il Tesoro approfitta dell’ottimo momento sui mercati, annunciando il collocamento di titoli di stato tra 5 e 10 anni fino a 7,5 miliardi di euro, giovedì 29 maggio. In particolare, saranno collocati CcTeu a sei anni per 1,25-1,75 miliardi, BTp a 5 anni per 2,25-2,75 miliardi e BTp a 10 anni per 2,5-3 miliardi.

Tra i titoli protagonisti di questa giornata alla Borsa di Milano dovrebbe esserci Unicredit, che ha annunciato il riacquisto parziale dei suoi bond fino a 2,5 miliardi di euro sui quasi 6 miliardi di passività collocate sul mercato. L’operazione inizierà questo giovedì e mira a un uso più efficiente della liquidità e all’allungamento delle scadenze del debito dell’istituto, evitando la concentrazione temporale sul biennio 2016-2017.

Quanto alla Popolare di Milano, Athena Capital non avrebbe partecipato del tutto all’aumento di capitale e la sua quota si sarebbe ridotta dal 7% al 5,7%.

Infine, Intesa-Sanpaolo venderà 29.162.596 azioni ordinarie in NH Hoteles,  HNA Group e Tangla Spina per un ammontare complessivo stimato in 132,69 euro, pari a un prezzo medio di cessione a 4,55 euro per titolo.

 

Argomenti: