Piazza Affari travolta dal crollo della borsa cinese (Shanghai -8,5%)

Piazza Affari non riesce a risollevarsi neppure dopo la pubblicazione dell'indice IFO tedesco

di , pubblicato il

Titoli esposti verso la CinaLa Borsa di Milano si sta avvicinando al giro di boa delle 13,30 con una flessione dell’1,4% per nulla intaccata dalla buona performance dell’indice IFO tedesco nel mese di luglio (IFO tedesco a 108 punti, Ftse Mib resta rosso). Ad impattare negativamente sull’andamento delle contrattazioni è il tracollo della borsa cinese con la piazza di Shanghai che ha lasciato sul parterre l’8,5%.

Il pesante ribasso della piazza celeste è da imputare ai timori per un rallentamento dell’economia della Cina innescati, a loro volta, dal forte calo dei profitti industriali cinesi che a giugno hanno registrato un -0,3% dopo la crescita dei mesi precedenti. A preoccupare è soprattutto il trend: si è, infatti, passati da +2,6% di aprile al +0,6% di maggio al -0,3% di giugno.

Argomenti: , ,