Piazza Affari: bancari in luce dopo l’asta spagnola

Rendimenti in calo sul mercato secondario dei titoli sovrani così ne approfittano le banche che spingono il Ftse Mib

di , pubblicato il

Il Ftse Mib ha subito un’improvvisa accelerata dopo il buon esito dell’asta spagnola superando quota 16.000 punti (+0,60%). La Spagna ha infatti collocato titoli a medio e lungo termine per 5,03 miliardi di euro con una domanda superiore di 2,6 volte all’offerta, riuscendo a strappare tassi in diminuzione. A Piazza Affari hanno subito reagito i titoli bancari, in avvio decisamente poco mossi.

Molto positivo il Monte dei Paschi di Siena (+3,38%) svettando sul listino principale, mentre Bpm (+3,23%) rimbalza confermandosi uno dei titoli finanziari più tonici. Su questo scenario bene le altre banche: Unicredit +1,45%, Intesa Sanpaolo +0,48% e  B.Popolare +0,60%. Ricordiamo che lo spread Btp e Bund rimane sempre sotto 320 punti base mentre si attendono le mosse della Bce di Mario Draghi.

Argomenti: , ,