Piazza Affari: bancari in luce dopo l’asta spagnola

Rendimenti in calo sul mercato secondario dei titoli sovrani così ne approfittano le banche che spingono il Ftse Mib

di Carlo Robino, pubblicato il

Il Ftse Mib ha subito un’improvvisa accelerata dopo il buon esito dell’asta spagnola superando quota 16.000 punti (+0,60%). La Spagna ha infatti collocato titoli a medio e lungo termine per 5,03 miliardi di euro con una domanda superiore di 2,6 volte all’offerta, riuscendo a strappare tassi in diminuzione. A Piazza Affari hanno subito reagito i titoli bancari, in avvio decisamente poco mossi. Molto positivo il Monte dei Paschi di Siena (+3,38%) svettando sul listino principale, mentre Bpm (+3,23%) rimbalza confermandosi uno dei titoli finanziari più tonici. Su questo scenario bene le altre banche: Unicredit +1,45%, Intesa Sanpaolo +0,48% e  B.Popolare +0,60%. Ricordiamo che lo spread Btp e Bund rimane sempre sotto 320 punti base mentre si attendono le mosse della Bce di Mario Draghi.

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano, Monte Paschi Siena