Piano Industriale Fiat: ecco i target sulle vendite per i prossimi anni

Fiat punterà tanto su Alfa Romeo nei prossimi anni. I target sulle vendite confermano i problemi sul mercato europeo e la forte espansione in Asia

di Enzo Lecci, pubblicato il

Fiat ChryslerDinanzi a una platea molto affollata, il numero uno di Fiat Chrysler Sergio Marchionne sta presentando in questi minuti i dettagli del nuovo piano industriale di Fiat al 2018. Molto ambiziosi gli obiettivi sul fronte delle vendite. Vediamo quali sono i target per ogni singolo brand che compone la galassia del Lingotto. Per quanto concerne Jeep, Fiat-Chrysler punta a vendere 1,9 milioni di auto nel 2018. Si tratta di un target decisamente ambizioso e pari al doppio rispetto a quelli che sono i volumi attuali. Contestualmente Jeep prevede anche un deciso aumento dei concessionari in Asia, che saliranno a 1.270 dagli attuali 396. Per quanto concerne invece Chrysler, il Lingotto punta a a vendere nel 2018 ben 800 mila autovetture, più del doppio rispetto alle 350 mila unità vendute nel 2013.

 

Vendite Fiat: persistenti problemi in Europa

Fiat, invece, ha nel mirino 1,9 milioni di autovetture vendute nel 2018, in decisa crescita rispetto alle 1,5 milioni di auto vendute nel 2013. La crescita delle vendite non sarà comunque uniforme. Il vero mercato, infatti, sarà concentrato nell’area dell’Asia Pacifico (dove si passerebbe da 70 mila a circa 300 mila unità) mentre le vendite dovrebbero restare stabili in Europa e passare dalle attuali 700mila a 800mila nell’area del Sud America.

Per finire le vendite di Alfa Romeo dovrebbero crescere a 400 mila unità nel 2018 dalle appena 74 mila auto vendute lo scorso anno. Un balzo poderoso, ha chiarito Marchionne, che sarà possibile solo grazie ai forti investimenti che riguarderanno il prestigio brand. Il timoniere del Lingotto, infatti, ha confermato che ben 5 miliardi saranno destinati allo sviluppo di nuovi modelli Alfa Romeo. 

 

Argomenti: Borsa Milano, col_Rullo, FCA, Trimestrali