Piaggio: conti in forte crescita nei primi nove mesi del 2019

di , pubblicato il
Piaggio archivia i primi 9 mesi del 2019 con tutti i principali indicatori economici in crescita a doppia cifra: Ricavi a +8,2%, Ebitda a +13,3%, Ebit a +17,2% ed Utile netto a +26,7%.

Piaggio archivia i primi 9 mesi del 2019 con tutti i principali indicatori economici in crescita a doppia cifra: Ricavi a +8,2%, Ebitda a +13,3%, Ebit a +17,2% ed Utile netto a +26,7%.

Conto economico primi nove mesi del 2019

I ricavi netti consolidati del Gruppo sono stati pari a 1.200,5 milioni di euro, conseguendo un aumento del 9,8% rispetto ai 1.093,7 milioni di euro registrati al 30 settembre 2018 (+8,2% a cambi costanti).

L’EBITDA consolidato balza del 13,3% a 188,8 milioni di euro (EBITDA margin al 15,7%, valore più alto mai registrato dalla quotazione) , in crescita del 13,8% (+13,2% a cambi costanti) rispetto ai 166 milioni (EBITDA margin al 15,2%) di euro registrati nel pari periodo dello scorso esercizio.

Escludendo gli effetti dell’IFRS 16, l’Ebitda sarebbe stato pari a 183,2 milioni di euro (+10,4% a/a), con un’incidenza sul fatturato pari a 15,3% (anche in tal caso l’EBITDA margin sarebbe il valore più alto mai registrato).

L’Ebit ha registrato un valore di 99,5 milioni di euro, in aumento del 17,2% rispetto agli 84,9 milioni di euro del dello stesso periodo di un anno fa. Il corrispondente Ros è pari a 8,3% (7,8% al 30 settembre 2018). Escludendo gli effetti dell’IFRS 16, l’EBIT sarebbe pari a 99,1 milioni di euro (+16,7% a/a).

L’utile netto del Gruppo Piaggio ha registrato una progresso del 26,7% a 46 milioni di euro, rispetto ai 36,3 milioni di euro registrati al 30 settembre 2018.

Situazione patrimoniale e finanziaria

A fine settembre 2019 l’indebitamento finanziario netto  risulta pari a 405,1 milioni di euro, in linea con il dato al 30 settembre 2018 e in miglioramento di 24,1 milioni di euro rispetto ai 429,2 milioni al 31 dicembre 2018 nonostante l’impatto negativo pari a 19 milioni di euro derivanti dell’adozione del principio contabile IFRS 16 e quello derivante dalla modifica alla politica sui dividendi introdotta a luglio 2019, con un ulteriore effetto negativo di 19,6 milioni di euro.

Escludendo i suddetti effetti, l’indebitamento finanziario netto adjusted risulta pari a 366,5 milioni di euro, in miglioramento di 38,6 milioni di euro rispetto al 30 settembre 2018 e in miglioramento di 62,7 milioni di euro rispetto a fine dicembre 2018.

Infine, gli investimenti sono ammontati a 91,6 milioni di euro, in aumento del 26,7% rispetto ai 72,2 milioni di euro registrati al 30 settembre 2018.

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.