Olidata: ok assemblea a riduzione e aumento di capitale

Assemblea degli azionisti Olidata SpA: Approvata l'adozione dei provvedimenti ai sensi degli artt. 2446 e 2447 del codice civile

di , pubblicato il

L’ Assemblea degli Azionisti di Olidata S.p.A. si è riunita per discutere e deliberare in merito alla adozione dei provvedimenti ai sensi degli artt. 2446 e 2447 del codice civile in considerazione delle perdite risultanti dalla situazione patrimoniale della Società al 30 settembre 2015, pari a euro 8.088.246,00.

 


L’Assemblea degli Azionisti ha deliberato:


1. di coprire le predette perdite mediante (i) integrale utilizzo delle riserve iscritte nella situazione patrimoniale al 30 settembre 2015; (ii) riduzione del capitale sociale fino all’ammontare minimo stabilito per legge, pari a euro 50.000,00; (iii) esecuzione dell’aumento di capitale di cui al successivo punto 2 (l'”Aumento di Capitale”) e imputazione della perdita residua alla riserva sovrapprezzo così costituita; fermo restando che le deliberazioni di cui al presente punto 1 sono sospensivamente condizionate all’esecuzione dell’Aumento di Capitale fino al raggiungimento del Limite di Inscindibilità, come di seguito definito;


2.

di aumentare il capitale sociale fino all’importo massimo di euro 10.000.000,00, inclusivo del sovrapprezzo, mediante emissione a pagamento, di azioni ordinarie, in opzione ai sensi dell’art. 2441 del codice civile, prive del valore nominale, aventi le medesime caratteristiche di quelle in circolazione, godimento regolare, con rapporto e prezzo di emissione che saranno determinati dal Consiglio di Amministrazione in prossimità dell’offerta, fermo restando che l’Aumento di Capitale Olidata sarà inscindibile per un importo, comprensivo del sovrapprezzo, pari ad euro 5.074.713,00 (il “Limite di Inscindibilità”), stabilendo che: (i) il termine ultimo per la sottoscrizione dell’Aumento di Capitale è fissato al 30 aprile 2016 e la garanzia ai fini dell’esecuzione dell’aumento di capitale e del Limite di Inscindibilità dovrà intervenire entro la data di partenza dell’aumento medesimo; (ii) in caso di mancato raggiungimento entro il predetto termine del Limite di Inscindibilità, l’Aumento di Capitale e le operazioni di cui al precedente punto 1 si intenderanno privi di efficacia; e (iii) in caso di sottoscrizione entro il predetto termine dell’Aumento di Capitale in misura pari o superiore al Limite di Inscindibilità, il capitale risulterà aumentato di un importo pari alle sottoscrizioni raccolte, anche se inferiore all’importo massimo sopra previsto.

3. di approvare fin d’ora che, in caso di mancata sottoscrizione, entro il predetto termine di partenza dell’Aumento di Capitale in misura almeno pari al Limite di Inscindibilità, il Consiglio di Amministrazione accerterà, a norma dell’art. 2484 del codice civile, la causa di scioglimento di cui al n. 4 della predetta disposizione, e quindi, per tale ipotesi, di affidare la liquidazione della Società ad un collegio di liquidatori composto dai signori Riccardo Tassi e Marinella Rossi.

Argomenti: , , , ,