Nice: nel 2018 diminuiscono i principali aggregati economici. Nessun dividendo proposto

Il gruppo archivia il 2018 con i principali aggregati economici in calo. Nel dettaglio Ebitda adjusted, Ebit adjusted ed utile netto adjusted calano rispettivamente del 3,1%, del 10,7% e del 17,9% rispetto al precedente esercizio.

di , pubblicato il
Il gruppo archivia il 2018 con i principali aggregati economici in calo. Nel dettaglio Ebitda adjusted, Ebit adjusted ed utile netto adjusted calano rispettivamente del 3,1%, del 10,7% e del 17,9% rispetto al precedente esercizio.

Il gruppo ha pubblicato i conti dell’esercizio 2018, chiuso con un giro d’affari in crescita del 13,3% (+17,3% a parità di tassi di cambio) toccando i 368,2 milioni rispetto i 325 milioni del 2017. Considerando le aree geografiche, la Francia ha conseguito un +13% a 48,7 milioni, l’Italia è diminuita dell’1,5% a 31,7 milioni, l’Europa registra un +14,7% a 100,1 milioni, il Resto d’Europa un +17,8% a 68,4 milioni e il Resto del mondo un +14,4% a 119,3 milioni.

L’Ebitda adjusted è sceso del 3,1% passando da 52,4 milioni del 2017 a 50,8 milioni, con una marginalità al 13,8% (-230 punti base a/a), mentre l’Ebit adjusted è diminuito del 10,7% a 37,6 milioni (42,1 milioni nel precedente periodo di raffronto), con un peso sul fatturato al 10,2% (-270 punti base rispetto al dato del 2017).

L’esercizio si è chiuso infine con un utile netto in diminuzione del 17,9% dai 22,9 milioni del 2017 ai 18,8 milioni dell’esercizio sotto esame, complici maggiori costi non ricorrenti (1,9 milioni del 2017 vs. 6,3 milioni del 2018) parzialmente bilanciati da minori oneri finanziari netti (4,5 milioni nel 2017 vs 0,4 milioni nel 2018; -91,1% a/a). L’utile netto adjusted risulta invece pari a 20 milioni contro i 24,3 milioni del precedente periodo di paragone (-17,9 per cento a/a).

Dal lato patrimoniale, a fine 2018 l’indebitamento finanziario netto è pari a 146,5 milioni, rispetto a una posizione finanziaria netta positiva per 1,4 milioni al 31 dicembre 2017, a causa di spese per 23,2 milioni in investimenti e per 122,7 milioni in acquisizioni.

Nel 2018 il cash flow generato dalle attività operative è stato pari a 23,3 milioni di €.

Date le recenti operazioni straordinarie attuate dal gruppo, i vertici hanno deciso di non proporre alcuna distribuzione di dividendi

Argomenti:

I commenti sono chiusi.