Zucchi conclude in anticipo il percorso di risanamento iniziato a fine 2015

di , pubblicato il

Facendo seguito a quanto reso noto al mercato in data 24 settembre e 2 ottobre 2020, in merito alla sottoscrizione di un contratto di finanziamento ipotecario di medio-lungo termine relativo all’approvvigionamento delle risorse finanziarie che saranno rese disponibili alla Società da DeA Capital Alternative Funds SGR e Illimity Bank (il “Facility Agreement”) nell’ambito dell’operazione di rimborso anticipato dell’esposizione debitoria di cui all’accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis e 187-septies del Regio Decreto del 16 marzo 1942 n. 267 di cui Zucchi è parte (l'”Accordo di Ristrutturazione”), Vincenzo Zucchi, società per azioni quotata sul MTA di Borsa Italiana, comunica che, a seguito dell’avveramento di tutte le condizioni sospensive, in data 13 ottobre 2020 è stato messo a disposizione della Società l’importo complessivo pari a Euro 10,4 milioni ai sensi del Facility Agreement utilizzati, unitamente a risorse proprie della Società, al rimborso dell’esposizione debitoria di cui all’Accordo di Ristrutturazione, essendosi verificate tutte le condizioni sospensive all’erogazione.

Conseguentemente, sempre in data 13 ottobre 2020, Zucchi e gli altri soggetti coinvolti nella sottoscrizione dell’Accordo di Ristrutturazione, così come i loro eventuali loro aventi causa, hanno risolto per mutuo consenso l’Accordo di Ristrutturazione, concludendo in anticipo il percorso di risanamento iniziato dalla Società nel dicembre del 2015 e, pertanto, oltre al venire meno delle condizioni risolutive di cui all’accodo medesimo, è stato sciolto il patrimonio destinato ad uno specifico affare ex art. 2447-bis c.c., con tutte le conseguenze citate nel comunicato stampa pubblicato dalla Società in data 8 ottobre u.s.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: