VINCENZO ZUCCHI: cedute 116.395 azioni proprie a Zucchi Spa

di , pubblicato il

Facendo seguito a quanto comunicato in data 5 ottobre 2020, Vincenzo Zucchi, società per azioni quotata sul MTA di Borsa Italiana, comunica che in data 9 ottobre 2020, la Società ha sottoscritto con Zucchi S.p.A. il contratto di compravendita delle n. 116.395 azioni proprie acquistate nel contesto dell’offerta pubblica di acquisto delle azioni di risparmio promossa dalla Società e successiva conversione delle azioni di risparmio in azioni ordinarie della Società (le “Azioni”).

In particolare, si ricorda che, in ragione della mancata contabilizzazione degli effetti positivi dell’accordo di ristrutturazione dei debiti exart. 182-bise 187-septies del Regio Decreto del 16 marzo 1942 n. 267, alla data di approvazione dell’acquisto delle azioni di risparmio da parte dell’Assemblea della Società del 9 agosto 2019, sulla base del bilancio al 31 dicembre 2018, non risultavano utili distribuibili e riserve disponibili.

Pertanto, la Società si è impegnata ad alienare le azioni acquistate entro un anno dal loro acquisto ai sensi dell’art. 2357, comma 4, c.c. mediante operazioni in denaro effettuate nel mercato di quotazione e/o fuori mercato, ad un prezzo non inferiore al 10% del prezzo di riferimento registrato dal titolo sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta di borsa precedente ogni singola operazione.

Alla luce di quanto precede, la Società ha proceduto ad alienare le Azioni ad un corrispettivo pari a Euro 1,16 (Euro uno/16) per Azione (il “Corrispettivo”) per un importo complessivo pari a Euro 135.134,60 (Euro centotrentacinquemilacentotrentaquattro/60), determinato sulla base dei criteri di determinazione del prezzo per la disposizione delle azioni deliberati dall’Assemblea degli azionisti della Società del 9 agosto 2019.

In particolare, il prezzo di riferimento registrato dalle azioni della Società sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.

p.A. nella seduta del 8 ottobre 2020 era pari a Euro 1,29 (Euro uno/29) per azione e pertanto, il Corrispettivo rientra nel limite sopramenzionato posto dalla delibera assembleare.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: