Thyssenkrupp aperta a una partecipazione dello Stato tedesco

di , pubblicato il

Thyssenkrupp è aperta a una partecipazione dello Stato tedesco nel suo capitale. Lo ha dichiarato lunedì la chief executive Martina Merz, secondo quanto riportato da Reuters. “La partecipazione dello Stato è un’opzione ma può anche fare parte di altre alternative. Si potrebbe immaginare una combinazione”, ha sottolineato, indicando che sarebbe possibile che Berlino acquisisse una quota prima che un’altra società rilevi le attività. “Quello che voglio è una soluzione a lungo termine per Thyssenkrupp”, ha aggiunto. Settimana scorsa il ministro dell’Economia tedesco Peter Altmaier aveva espresso opposizione all’idea che lo Stato acquisisse direttamente una quota in Thyssen, privilegiando una soluzione di finanziamenti a sostegno della transizione del settore alla produzione di acciaio a base di idrogeno. Thyssenkrupp, la cui divisione siderurgica ha generato una perdita operativa di circa 1 miliardo di euro lo scorso anno, secondo fonti citate da Reuters starebbe valutando alleanze con l’indiana Tata Steel (nonostante lo stop di Bruxelles nel 2019 all’integrazione delle attività nell’acciaio europeo delle due società), la connazionale Salzgitter e la svedese Ssab. Thyssenkrupp aveva chiuso in declino del 2,11% lunedì a Francoforte, contro il rialzo dello 0,67% del Dax.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno