Telecom poco mossa: Beppe Grillo contro vendita quota rete secondaria a KKR

di , pubblicato il

Telecom Italia +0,1% poco mossa. Beppe Grillo contro la possibile vendita del 37,5% di FiberCop (la rete secondaria) a KKR. Il fondatore dell’M5S nel suo blog parla di operazione effettuata “in logica puramente finanziaria e non industriale” che “complica soltanto il progetto di possibile creazione di una società unica delle reti e delle tecnologie”. Grillo aggiunge che è “auspicabile che il progetto di creazione di una società unica delle reti e delle tecnologie venga realizzato sotto la guida e l’indirizzo di istituzioni pubbliche”. La scorsa settimana il cda che ha approvato i risultati del secondo trimestre (lievemente peggiori delle attese a livello di ricavi ma migliori per quanto riguarda EBITDA e indebitamento netto) ha anche esaminato l’offerta di KKR da 1,8 miliardi di euro per il 37,5% di FiberCop ma per decidere si è aggiornato al 31 agosto dopo la lettera del governo: secondo ricostruzioni di stampa l’esecutivo vorrebbe fare entrare anche CDP in FiberCop, per poi promuovere la creazione della rete unica con Open Fiber. Si prospetta quindi un’accelerazione del processo sotto la regia del governo.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: