S&P 500: settembre negativo dopo 5 mesi di rialzo

di , pubblicato il

La reazione che l’S&P 500 realizzata nelle ultime cinque sedute non mette l’indice al riparo da nuovi cali. Nell’ultimo giorno del mese le quotazioni hanno terminato a 3363 punti, in progresso dello 0,83%, colmando lo spazio lasciato aperto il 17 settembre a 3384 punti, ma senza riuscire a recuperare livelli di rilievo. Un altro segnale poco rassicurante si osserva sul grafico a candele mensili dove ha preso forma un “dark cloud cover”, con l’ulitma candela che sovrasta quella di agosto invertendone il segno. Sotto area 3210 aumenterebbe dunque il rischio di assistere ad approfondimenti anche estesi e duraturi. Il cedimento di area 3200 sarebbe poi da leggere come un grave deterioramento di tutta la struttura rialzista in atto da marzo, anticipando ulteriori cali verso area 3050, livello pari al 38,2% di ritracciamento del rialzo da 2192 circa. Solo oltre area 3425 giungerebbe invece un segnale di forza in grado di proiettare nuovamente l’indice sui record di settembre a 3588 punti.

(CC )

Argomenti: Nessuno