Sotto la lente dell’analisi tecnica

di , pubblicato il

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell’analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L’analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Tenaris

Peggiora il quadro grafico di Tenaris (-1,21%) dopo la violazione dei minimi di agosto a 4,88 euro circa. Il titolo sembra ora destinato a un approfondimento verso 3,85 circa, base del canale ribassista disegnato dal top dell’8 giugno. Questo scenario potrebbe essere scongiurato in caso di ritorno in pianta stabile oltre 4,88, mentre il superamento di 5,17 darebbe il via a un tentativo di recupero verso area 5,40.
-Target: 5,17 euro
-Negazione: 3,85 euro
-RSI (14): ipervenduto

Terna

Terna (+0,57%) si mantiene pericolosamente vicina alla base della fase laterale disegnata da inizio giugno, a 5,90 circa. La tenuta di questo supporto è cruciale per conservare intatte le speranze di un rimbalzo. Sotto 5,90 rischio elevato infatti di assistere a ripiegamenti con obiettivi a 5,80, poi a 5,57 almeno. Solo oltre 6,28 primi segnali di ripresa per 6,50, limite superiore del range, e per il test a 6,63, del gap del 24 febbraio.
-Target: 6,63 euro
-Negazione: 5,90 euro
-RSI (14): neutrale

Unicredit

UniCredit (-2,02%) si muove nella porzione inferiore di una fascia laterale disegnata dai top di giugno, con base a 7,54/7,59 e lato alto a 9,40 circa. Solo il ritorno sopra area 8,50, mediana del range, allontanerebbe il rischio di nuovi cali prospettando il test di area 9,40. Sotto 7,54 rischio di affondo sui supporti in area 7,10 e più sotto a 6,76 circa.
-Target: 8,50 euro
-Negazione: 7,54 euro
-RSI (14): neutrale

Unipol

Unipol (+1,02%) fatica a dare seguito alla tendenza positiva intrapresa a marzo.

Per avvalorare le aspettative di crescita i prezzi dovranno oltrepassare la resistenza a 4,18/4,19, oltre alla quale si getterebbero le basi per una estensione dell’allungo in direzione degli obiettivi posizionati a 4,57, lato alto del canale disegnato dal minimo di marzo. Possibile debolezza invece sotto 3,89, per supporti a 3,76 circa, base del canale.
-Target: 4,57 euro
-Negazione: 3,89 euro
-RSI (14): neutrale

Moncler

Moncler (+1,69%) non riesce per il momento ad alimentare il movimento rialzista partito a metà agosto muovendosi lungo il lato superiore del canale ribassista disegnato dal top del 23 giugno, a 34/34,50. Il superamento di area 35 riattiverebbe il movimento ascendente verso area 36 e più sopra fino a 37,06 (lato alto del gap del 24 febbraio). Negative invece discese sotto 33,30, prologo al ritorno sul minimo del 21 agosto a 31,22 euro. .
-Target: 36 euro
-Negazione: 33,30 euro
-RSI (14): neutrale

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , ,