Sotto la lente dell’analisi tecnica

di , pubblicato il

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell’analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L’analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Piaggio

Piaggio (+2,42%) prova a dare seguito al bullish engulfing disegnato tra venerdì e luned’ da area 2,39 euro risalendo la china verso i top di agosto a 2,578 euro. SViluppi positivi giungerebbero al superamento di questi livelli per target a 2,62-2,64 almeno, poi a 2,88 circa. Discese sotto 2,35-2,38, accompagnate dalla violazione di 2,27 euro, invierebbero invece segnali di indebolimento verso area 2-2,05.
-Target: 2,64 euro
-Negazione: 2,27 euro
-RSI (14): neutrale

Geox

Geox (+0,77%) oscilla in un range sempre più stretto il cui limite superiore è rappresentato dalla media mobile esponenziale a 20 giorni, passante da 0,66 circa. Il superamento di questo riferimento da solo non basterebbe per inviare segnali di ripresa convicenti: indicazioni in questo senso oltre 0,723, picco di agosto, con ulteriori conferme sopra area 0,76. Diversamente sarà probabile il test di 0,618.
-Target: 0,76 euro
-Negazione: 0,618 euro
-RSI (14): neutrale

Go Internet

Go Internet (+24,74%) si allunga fino in area 0,8270, per un nuovo tentativo di rottura dei massimi di luglio e della linea che scende dal picco di febbraio. Conferme in tal senso permetterebbe al titolo di slanciarsi fino a 0,98 e 1,045 euro. Al contrario, discese sotto 0,67/0,68 metterebbero nel mirino i bottom di marzo a 0,46 euro circa.
-Target: 1,045 euro
-Negazione: 0,67 euro
-RSI (14): neutrale

Interpump

Balzo in avanti per Interpump (+7,67%) che si affaccia sulla trend line che scende dai record del 2019, a 31,30 euro, riuscendo così a ricoprire il gap del 24 febbraio a 31,18 euro.

La rottura della linea proietterebbere target sui top del 2019 a 33,60 circa, gettando le basi per ulteriori allunghi. Nella direzione opposta monitorare i supporti a 29,21, media mobile a 20 sedute.
-Target: 33,60 euro
-Negazione: 29,21 euro
-RSI (14): neutrale

Amplifon

Amplifon (+4,29%) inverte con decisione la correzione partita a inizio agosto risalendo velocemente la china verso il record assoluto toccato a febbraio a quota 30,40, nel tentativo di riattivare l’uptrend di fondo verso 31-32 in prima battuta. Possibile indebolimento invece sotto area 27,50, per supporti a 25,30-25,50 e più in basso fino a 22,50-23,00 (minimi di giugno e supporti decisivi nel medio termine).
Target: 30,40 euro
-Negazione: 27,50 euro
-RSI (14): neutrale

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , ,