Sotto la lente dell’analisi tecnica

di , pubblicato il

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell’analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L’analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Telecom Italia

Telecom Italia (+5,09%) si avvicina a 0,406, lato superiore di una fascia laterale lievemente inclinata al rialzo disegnata da metà maggio. Oltre questo limite verrebbe inviato un segnale di forza per obiettivi a 0,431, gap del 9 marzo, e a 0,46, trend line che scende dal top di aprile 2018. Sotto 0,35, gap del 4 agosto, atteso invece il test di 0,335, poi supporto sul minimo di maggio a 0,313.
-Target: 0,4313 euro
-Negazione: 0,335 euro
-RSI (14): neutrale

Salvatore Ferragamo

Ferragamo (+8,81%) si allontana velocemente dai supporti in area 11, base del canale che sale dai minimi di marzo avvicinata nelle ultime sedute. Segnali incoraggianti giungerebbero oltre 12,45, picco del 13 agosto, per obiettivi a 13,60 e 14,80, top di giugno. Rischio di deterioramento invece sotto quota 11.
-Target: 14,80 euro
-Negazione: 11 euro
-RSI (14): neutrale

Unipol

Unipol (+0,82%) non riesce a dare seguito alla reazione partita a fine luglio da 3,42 circa. Sebbene la resistenza a 4,20 circa continui a frenare le ambizioni di crescita del titolo, la permanenza sopra la media mobile esponenziale a 20 sedute, passante da 3,96, permette di credere che i prezzi stiano raccogliendo le energie necessarie per allungarsi in direzione di 4,40 circa, per il test del lato alto del canale citato. Sotto 3,96 atteso invece il test di 3,64, base del citato canale.
-Target: 4,40 euro
-Negazione: 3,96 euro
-RSI (14): neutrale

Banca Profilo

Banca Profilo (+6,28%) è passata velocemente dalla base del range disegnato negli ultimi due mesi, a 0,1930 circa, al limite superiore dello stesso a 0,2165 euro.

Oltre questo livello il movimento potrebbe estendersi fino ai massimi di giugno a quota 0,2390. Possibile debolezza invece nel caso di ritorno sotto 0,1930.
-Target: 0,2390 euro
-Negazione: 0,1930 euro
-RSI (14): neutrale

RCS Mediagroup

RCS Mediagroup (+1,43%) inverte la rotta dopo aver avvicinato il supporto statico a 0,55 circa. La rottura della linea che scende dai massimi di maggio, a 0,61 circa, permetterebbe di assistere ad un allungo verso 0,689, top di luglio, poi fino a 0,75/0,76. L’incapacità di superare area 0,61 rischia invece di alimentare nuovi cali.
-Target: 0,76 euro
-Negazione: 0,55 euro
-RSI (14): neutrale

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , ,