Siemens Energy annuncia la strategia post-spin-off

di , pubblicato il

Siemens Energy, la società nata dallo spin-off del business delle infrastrutture energetiche di Siemens, ha annunciato oggi in occasione del Capital Market Day virtuale la strategia successiva allo scorporo. Il management punta a raggiungere un ebita adjusted margin prima delle poste straordinarie tra il 6,5 e l’8,5 per cento per l’anno fiscale 2023.

Siemens Energy diventerà indipendente in un’epoca in cui i sistemi energetici in giro per il mondo stanno cambiando profondamente mentre circa 850 milioni di persone vivono ancora senza accesso all’elettricità. Con 91 mila dipendenti in oltre 90 Paesi Siemens Energy è presente in quasi tutta la catena di valore con posizione di leadership e circa un sesto di tutta l’energia elettrica generata è basato sulla tecnologia di Siemens Energy.

Il gruppo in una prima fase strategica punterà a incrementare la profittabilità e i flussi di cassa del segmento Gas and Power fino al 2023. Sono in corso di valutazione una struttura dei costi più agile, un’ottimizzazione della logistica, la centralizzazione degli acquisti e una riduzione dei costi non conformi agli standard. La divisione sarà inoltre rigorosamente focalizzata su una migliore selezione dei progetti ed esecuzione degli stessi.

Il gruppo sta valutando iniziative di efficientamento operativo capaci di ridurre i costi globali lordi annuali di altri 300 milioni di euro, oltre al miliardo (sul 2018) già annunciato al 2023. Al cuore della futura creazione di valore sarà posta la divisione dei servizi che già conta un backlog da 48 miliardi di euro a fine giugno 2020.

Siemens Energy conta infine solide fondamenta finanziarie con una dotazione di liquidità pari a circa € 6,4 mld, risultante in una posizione di cassa netta di Siemens Energy (al netto del business SGRE) di € 2,2 mld e un portafoglio ordini di € 82 mld a fine giugno.

Siemens Energy ha dimostrato una certa resilienza nel 2019, con ordini da € 33,7 mld e ricavi totali di € 28,8 mld, risultante in un forte book-to-bill-ratio di 1,2.

Il principale risultato finanziario è stato l’Adjusted EBITA ante poste straordinarie che è cresciuto da € 1,46 mld nel 2018 a € 1,52 mld nel 2019, dei quali € 0,8 mld generati dalla unit Gas and Power.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: