Shanghai e Shenzhen in rialzo. Il Nikkei 225 perde lo 0,36%

di , pubblicato il

Dopo un’altra seduta in negativo per Wall Street (S&P 500 e Dow Jones Industrial Average si sono deprezzati entrambi dell’1,16% mercoledì, contro la flessione dello 0,82% del Nasdaq), la tendenza ribassista è proseguita in Asia anche se si è fatta maggiormente contrastata. L’andamento misto segue ancora gli umori altalenanti degli investitori, spinti verso l’ottimismo dalle positive notizie sui vaccini contro il Covid-19 (segnali incoraggianti sono arrivati anche da quello sviluppato da AstraZeneca insieme alla University of Oxford) ma anche verso preoccupazioni legate alla tenuta dell’economia globale durante la crisi del coronavirus. E il risultato è stato un indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, che ha toccato una perdita dello 0,60% in intraday.

Sul fronte valutario il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, è in moderato rialzo ma il parallelo indebolimento dello yen sul biglietto verde non riesce comunque a sostenere la piazza di Tokyo: il Nikkei 225 perde infatti lo 0,36% (andamento sostanzialmente uguale per l’indice più ampio Topix, deprezzatosi dello 0,33%). Sul fronte macroeconomico, secondo quanto reso noto dal Bureau of Statistics di Canberra, in Australia il tasso di disoccupazione, rettificato stagionalmente, è salito al 7,0% in ottobre dal 6,9% di settembre (6,8% in agosto), contro il 7,2% del consensus. A Sydney è stato dello 0,25% il progresso dell’S&P/ASX 200 in chiusura.

Recuperano terreno le piazze della Cina continentale. Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 guadagnano infatti lo 0,47% e lo 0,74% rispettivamente, contro il rialzo dello 0,63% dello Shenzhen Composite. In negativo invece Hong Kong: a meno di un’ora dal termine degli scambi l’Hang Seng perde infatti circa mezzo punto percentuale (fa anche peggio l’Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell’ex colonia britannica, in declino di circa lo 0,70%).

Il Kospi di Seoul termina la sessione sostanzialmente invariato.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno