Shanghai e Hong Kong chiuse per festività e Tokyo va in tilt

di , pubblicato il

Dopo una seduta in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Dow Jones Industrial Average, apprezzatosi mercoledì dell’1,20%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza rialzista è proseguita, a fronte però di un volume di scambi limitato. La giornata era già a mezzo servizio, per lo stop delle piazze di Shanghai, Shenzhen e Hong Kong per il festival di metà autunno. I mercati della Cina continentale riapriranno solo giovedì 8 ottobre mentre quello dell’ex colonia britannica tornerà a scambiare lunedì 5 ottobre. Anche Seoul è rimasta ferma (come Hong Kong riaprirà lunedì) per i tre giorni di celebrazione (iniziata mercoledì 30 settembre) del Chuseok (festività legata al calendario lunare).

A limitare ulteriormente i volumi ci si è messo anche il tilt di Tokyo. Il Tokyo Stock Exchange ha infatti dichiarato che tutte le negoziazioni sono state interrotte (comprese quelle del benchmark Nikkei 225), a causa di un problema tecnico ai suoi sistemi, e non sarebbero riprese per il resto della giornata. Non è chiaro quando la Borsa nipponica potrà tornare a essere operativa. Il risultato è stato comunque un guadagno intorno allo 0,30% per l’indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso. Unico tra i principali indici della regione a scambiare regolarmente è stato l’S&P/ASX 200 di Sydney, in rialzo dello 0,98% in chiusura.

Sul fronte macroeconomico, l’indice Pmi Jibun Bank del Giappone stilato da Markit è cresciuto in settembre a 47,7 punti dai 47,2 punti di agosto (45,2 punti in luglio), contro i 47,3 punti della lettura preliminare. Nel terzo trimestre 2020 l’indice Tankan elaborato dalla Bank of Japan è invece migliorato a -27 punti da -34 punti del secondo (-8 punti nei primi tre mesi dell’anno), quando si era attestato sui minimi dai -48 punti del secondo trimestre 2009.

Il dato è però peggiore rispetto ai -23 punti del consensus di Reuters. L’indice Pmi Cba/Markit dell’Australia è cresciuto in settembre a 55,4 punti dai 53,6 punti di agosto (54,0 punti in luglio). Il dato è stato rivisto al ribasso dai 55,5 punti della lettura preliminare.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno