Servizi Italia: terzo trimestre in progressiva ripresa

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Servizi Italia – società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana e leader nel mercato dell’outsourcing di servizi ospedalieri in Italia, Brasile, Turchia, India, Albania, Marocco e Singapore – ha approvato il Resoconto Intermedio della Gestione al 30 settembre 2020.

• Ricavi consolidati pari a Euro 178,0 milioni (Euro 196,4 mln nei primi nove mesi del 2019)
• Ebitda consolidato pari a Euro 41,7 milioni (Euro 52,2 mln nei primi nove mesi del 2019)
• EBIT consolidato pari a Euro 0,9 milioni (Euro 9,8 mln nei primi nove mesi del 2019)
• Risultato Netto consolidato pari a Euro -0,3 milioni (Euro 7,7 mln nei primi nove mesi del 2019)
• Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 136,5 milioni (Euro 127,4 mln al 31 dicembre 2019)

“I risultati dei primi nove mesi del 2020 – ha dichiarato Roberto Olivi, Presidente del Comitato Esecutivo di Servizi Italia – sono stati influenzati dalla crisi epidemiologica e dagli effetti delle misure per il suo contenimento nei diversi Paesi in cui opera il Gruppo, che ha continuato ad affrontare con crescente capacità di adattamento l’attuale contesto sociale ed economico. Le performance di periodo sono state caratterizzate da una progressiva ripresa, grazie anche alle buone performance nelle aree Brasile e Turchia, sebbene impattate negativamente dagli andamenti delle valute di riferimento e dalle contestuali misure di contenimento dei costi operativi e di struttura attuate dal management del Gruppo. Stiamo assistendo al perdurare di un contesto di crisi della domanda dettato principalmente dagli effetti della pandemia, che dopo aver presentato nel terzo trimestre una graduale ripresa dell’ordinarietà delle prestazioni sanitarie, potrà risentire di elementi di incertezza, simili a quelli registrati in contesto di lockdown. Il management del Gruppo è fiducioso di poter gestire efficacemente gli effetti di temporaneità della crisi con la continua ricerca di ottimizzazioni ed efficienze nelle operation produttive e nella catena di erogazione dei servizi al fine di migliorare i livelli di marginalità e di redditività del business, continuando al contempo a sostenere e tutelare tutti gli stakeholder, con particolare attenzione a clienti, dipendenti e fornitori”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: