Seri Industrial, aggiornamenti sul Progetto Litio-Teverola

di , pubblicato il

Seri Industrial comunica che la controllata FIB S.r.l. (“FIB“), società attiva nella produzione e nel riciclo di batterie al piombo acido e litio-ione ad alta efficienza energetica, ha (i) riavviato, dopo la sospensione dovuta alla emergenza sanitaria in corso, le attività di commissioningdell’impianto per la produzione di celle e moduli al litio per applicazioni industriali e storage con una capacità di 300 MWh/annui (“Teverola 1”) e (ii) individuato, quale soluzione di maggior efficienza, nello stabilimento adiacente,il sito per dare esecuzione al piano di investimenti, per complessivi Euro 505 milioni tra costi operativi e capex, nell’ambito del programma denominato IPCEI (“Important Projects of Common European Interest”) di ricerca, sviluppo e industrializzazione di celle e moduli al litio di nuova generazione per veicoli elettrici, nonché del riciclo di batterie al litio a fine vita (“Progetto IPCEI”o “Teverola 2”) (Per ulteriori dettagli relativamente al Progetto IPCEI si rimanda al comunicato stampa diffuso in data 9 dicembre 2019).

L’obbiettivo è creare un cluster ed un centro di riferimento tecnologico per la produzione di batterie al litio, ampliando il sito originario del primo stabilimento italiano per la produzione di celle e moduli al litio, che sarà avviato a regime entro il primo trimestre 2021, rendendo disponibili 267.300 mq di area scoperta e 82.329 mq di area coperta.

Un polo altamente tecnologico, totalmente integrato e urbanizzato. Allo stato attuale, superatii complessi problemi causati dall’Emergenza da Covid-19, che da marzo 2020 hanno impedito l’accesso ai principali fornitori esteri degli impianti, sono in corso di avvio le linee, maggiormente complesse, per laproduzione di anodo e catodo e saranno poi completate le attività nelle tre sezioni successivedell’impianto,già installate e pronte per essere avviate.

Le attività di commissioning in corso consistono nella verifica, durante lo start-up delle produzioni, dei principali parametri quantitativi e qualitativi dei materiali prodotti nei reparti dello stabilimento:

i) produzione anodo e catodo,

ii) assemblaggio celle,

iii) formazione delle celle ed

iv) assemblaggio moduli.

FIB, a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto legge del 14 agosto 2020, convertito in legge n. 126 del 14 agosto 2020,in cui si è prevista la dotazione di ulteriori Euro 950 milioni per il Fondo IPCEI a sostegno del progetto sulle batterie e sulla micro-elettronica, è stata autorizzata, in data 15 ottobre 2020, dal Consiglio di Amministrazione della Società a sottoscrivere un contratto di locazione immobiliare ad uso commerciale con la parte correlata PMimmobiliare S.r.l. (“PM”)per lo stabilimento adiacente a quello individuato per Teverola 1.

PM, in qualità di parte locatrice, concederà a FIB,in veste di parte conduttrice, un opificio industriale con pertinenziale corte esclusiva, sito in Teverola (CE), alla Strada Statale 7-bis Appia snc, contrassegnato da numero 16, per ladurata di 6 anni, rinnovabile per uguale periodo, con uncanone annuo di Euro 1,5 milioni, oltre IVA. La predetta operazione costituisce “operazione tra parti correlate” di “maggiore rilevanza” ai sensi di quanto disposto dal Regolamento Consob n. 17221 del 27 marzo 2010 e dalla procedura inerente la gestione delle operazioni con parti correlate aggiornata da ultimo dalla Società in data 5 novembre 2019.

Il parere sull’interesse, sulla convenienza e correttezza sostanziale delle relative condizioni è stato reso da un comitato composto da tre amministratori indipendenti e non correlati (il “Comitato”). Il Comitato, che ha partecipato alle trattative, si è avvalso anche del supporto di consulenti terzi.Il Consiglio di Amministrazione, previo parere del Comitato, ha autorizzato il compimento della predetta operazione all’unanimità dei presenti, con l’astensione dell’ing. Vittorio Civitillo e di Andrea Civitillo. La società procederà nei termini previsti del Regolamento a pubblicareil Documento Informativoai sensi dell’art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/1998, redatto in conformità all’allegato 4 del Regolamento stesso.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno