Seduta al ribasso giovedì per il Ftse Mib

di , pubblicato il

Seduta al ribasso giovedì per il Ftse Mib che lascia sul terreno lo 0,83% a 20818 punti. L’indice ha cercato con il massimo intraday di quota 20960 di avvicinare quello del giorno precedente a 21050 ma non ha trovato la giusta motivazione per arrivare ad un confronto diretto con la resistenza. Incombe ancora sull’indice la presenza del massimo di luglio a 21133 punti, toccato in corrispondenza del 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di febbraio, una resistenza significativa anche in ottica di medio periodo: fino a che questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci non viene superato resta alto il rischio che il rialzo visto dal minimo di marzo sia solo una fase correttiva e che quindi la tendenza ribassista principale possa ancora riprendere. Le oscillazioni sul grafico intraday delle ultime tre sedute hanno dato luogo ad un potenziale testa spalle ribassista. Le implicazioni negative derivanti dalla presenza della figura verrebbero confermate con la violazione della sua base, quindi di quota 20700. Anche in quel caso emergerebbero comunque segnali preoccupanti di perdita di forza dell’uptrend solo al di sotto di 20500, con il rischio di assistere successivamente alla ricopertura del gap rialzista del 9 novembre con base in area 19825. La tenuta di area 20700 e la rottura di 21130/40 aprirebbero la porta a movimenti almeno fino a 22480, lato alto del gap ribassista del 28 febbraio.

(AM)

Argomenti: Nessuno