Saras: nuovo minimo storico

di , pubblicato il

Saras -5,3% perde terreno e tocca il nuovo minimo storico a 0,4150 euro (precedente a 0,4178 il 30 settmebre scorso). Il titolo prolunga quindi la flessione partita giovedì scorso in scia a indiscrezioni di stampa secondo cui la procura distrettuale antiterrorismo di Cagliari sta indagando i vertici dell’azienda con varie ipotesi di reato. Gli inquirenti ritengono che Saras tra il 2015 e il 2016 abbia acquistato petrolio dal Daesh (Stato islamico dell’Iraq e del Levante, conosciuto anche come Isis), frodando il fisco per almeno 130 milioni di euro e finanziando i terroristi islamici. In un comunicato la società controllata dalla famiglia Moratti ha replicato duramente respingendo “fermamente ogni associazione del nome della Societa` al contrabbando di petrolio e di carburante, in quanto del tutto priva di fondamento e lesiva della immagine propria e dei collaboratori del Gruppo”.

Ieri Saras ha “firmato con le Organizzazioni Sindacali Territoriali e i componenti della RSU, CIGL, CISL, UIL e UGL, l’accordo per l’avvio della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria parziale per far fronte alle conseguenze generate dal perdurare dell’emergenza pandemica in corso, che avrà effetto a partire dal 26 di ottobre prossimo, per un periodo ad oggi stimato fino al 30 giugno 2021. La decisione si è resa necessaria a fronte del perdurante impatto negativo che l’attuale situazione epidemiologica generata dal Covid-19 ha determinato nel mercato globale e, nello specifico, nel mercato di riferimento del Gruppo, per il quale una ripresa più consistente è attesa nel 2021”.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: