Saldo mensile molto positivo per l’S&P 500

di , pubblicato il

Per l’S&P 500 è il miglior mese di agosto dal 1984. Nonostante la chiusura di lunedì sia all’insegna della debolezza (-0,22% a quota 3500,31), il progresso accumulato nel corso del mese è di quasi 7 punti percentuali. L’indice americano è riuscito a terminare gli scambi sopra i 3500 punti, dimostrando ancora una volta la forza del trend, che potrebbe proseguire verso gli obiettivi di lungo termine posizionati a 3900 circa, dove transita il lato alto del canale crescente che contiene i prezzi dai minimi di marzo. Area 3500 potrebbe tuttavia rappresentare un ostacolo tenace da superare nel breve termine, sebbene solo il ritorno perentorio sotto quota 3395/3400 potrebbe vanificare i recenti sforzi alimentando una fase di debolezza. In tal caso rischio di discesa repentina verso i 3272 punti per la ricopertura del gap rialzista del 3 agosto. Tale circostanza alimenterebbe il timore che la rottura del picco di febbraio a 3393 sia una “bull trap”, di un falso segnale rialzista, determinando la fine della fase rialzista.

(CC )

Argomenti: Nessuno