Roma pronta a usare il golden power su vendita Piazza Affari

di , pubblicato il

Mercoledì il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, ha sottolineato di “sperare” che il controllo di Borsa Italiana non esca dall’Eurozona e per questo ha sottolineato che il governo sarebbe pronto a utilizzare il golden power. London Stock Exchange Group (Lseg) aveva acquisito Piazza Affari nel 2007 per 1,6 miliardi di euro. E ora la società-mercato di Londra si prepara a vendere Mts (la piattaforma di trading di titoli di Stato europei) o Borsa Italiana in blocco per riuscire a strappare il via libera dalla Commissione europea al takeover 27 miliardi di dollari di Refinitiv Holdings. Bruxelles aveva avviato un’indagine approfondita in giugno, esprimendo timori circa l’eccessiva quota di mercato che l’entità post-fusione potrebbe vantare sul trading dei titoli di Stato (Refinitiv ha una piattaforma simile: Tradeweb). Secondo Reuters sarebbero tre i pretendenti: Deutsche Börse, Six Swiss Exchange (la società-mercato di Zurigo, già impegnata nell’acquisizione della Borsa di Madrid) e la cordata composta da Euronext e Cassa Depositi e Prestiti (Cdp). Se l’operazione andasse in porto, per altro, come nota il Corriere della Sera Cdp diventerebbe azionista di Euronext con l’8% del capitale. Medesima quota detenuta , al pari della Caisse des Dépôts et Consignations (Cdc, equivalente francese della Cdp).

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno