Relatech: acquisizione del 53,50% di Xonne (realtà virtuale e aumentata)

di , pubblicato il

Relatech, Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.) Company, qualificata come PMI innovativa e quotata sul mercato AIM Italia, annuncia di aver proceduto in data odierna all’acquisizione del 53,50% del capitale sociale di Xonne S.r.l., PMI Innovativa specializzata in soluzioni e applicazioni di realtà virtuale, aumentata e mista (o digitale), in parte mediante pagamento azionario e in parte mediante sottoscrizione e liberazione di un aumento di capitale, in particolare, il 26,50% del capitale sociale acquistato con pagamento in Azioni Relatech con valorizzazione pari a Euro 7,85 cad, con premio del 35% sul valore dell’azione al 17 Luglio 2020, e il 27% del capitale sociale acquisito in aumento di capitale.

RAZIONALI STRATEGICI
La suddetta operazione di investimento assume un valore particolarmente strategico e determinante per Relatech, che attraverso le tecnologie di frontiera e le comprovate skill e know-how di Xonne, potenzierà ulteriormente il proprio business model rafforzando la propria piattaforma digitale e cloud based RePlatform, diversificherà maggiormente l’offerta con un più ampio set di servizi e soluzioni digitali e consoliderà il proprio posizionamento competitivo aggredendo nuovi settori di mercato. L’acquisizione di Xonne, a distanza di un solo mese dalla realizzazione dell’operazione di acquisizione di Mediatech (closing avvenuto in data 23 giugno 2020), rappresenta per Relatech la conferma della solida strategia intrapresa dal top management della Società che prosegue nel proprio percorso di crescita e sviluppo per linee esterne fondato sulla 3M Strategy: Merge, Management, Margin.
Nel 2019 Xonne, con sede a Parma, ha generato un fatturato pari a circa Euro 713 mila. Xonne, PMI Innovativa specializzata nelle Digital Enabler Technologies, quali Augmented & Virtual Reality (AR e VR), Mixed Reality (MR, detta anche realtà digitale “DR”) e Internet of Things (IoT), sviluppa soluzioni e applicazioni digitali altamente innovative dedicate al mondo mobile, computer vision e wearable per far vivere esperienze totalizzanti ed immersive a 360° all’utente, adottabili anche per indirizzare le esigenze di distanziamento sociale richieste dalle normative per la lotta al COVID19 .

Xonne è specializzata nella realizzazione di soluzioni di VR/AR, quali device wearable, che permettono all’utente di interagire e manipolare oggetti con la totale libertà di movimento all’interno di specifici ambienti virtuali. Grazie all’utilizzo di oculos 3d, ad esempio, l’utente può testare l’efficacia e la funzionalità della linea produttiva di un macchinario industriale in modalità totalmente simulata partendo dal progetto della macchina stessa, ancora prima che esso sia realizzato, abilitando così l’azienda cliente ad applicazioni di Industrial IOT.

L’integrazione di Xonne sancisce l’inizio di una vera e propria partnership industriale con Relatech e dà inizio ad una sinergica collaborazione che si pone l’obiettivo di:
i) alimentare e potenziare ulteriormente la piattaforma digitale cloud-based RePlatform, rafforzando e innovando ulteriormente il business model del Gruppo;
ii) sviluppare nuove soluzioni digitali utilizzando le tecnologie Mobile e AR/VR sia in ambito Digital Customer Experience per la realizzazione di nuove modalità di Ingaggio dei clienti pronte per l’era post-COVID9, sia di Industrial IoT per la realizzazione di modelli Digital Twins per il monitoraggio intelligente di sistemi e processi industriali. Il tutto al fine di garantire una maggiore scalabilità dell’offerta e diversificazione di settore;
iii) penetrare in nuovi settori di mercato attraverso attività di cross-selling e up-selling puntando ad allargare la customer base del Gruppo.

Pasquale Lambardi, Amministratore Delegato di Relatech, commenta l’operazione: “l’integrazione di Xonne conferma la strategia di crescita della Società, che punta ad acquisire target in grado di integrarsi al nostro business model apportando un notevole valore aggiunto e capace di attivare partnership industriali strategiche per lo sviluppo del Gruppo. L’operazione, infatti, accresce le nostre competenze nello sviluppo di soluzioni digitali nel mondo IoT e del Virtual, Augmented e Mixed Reality.

Un mercato quello delle realtà virtuali, sia nel segmento B2C che B2B, con valori di investimento elevati, infatti, secondo le previsioni di un recente studio IDC, la spesa mondiale in AR e VR è stimata per circa 160 miliardi di dollari entro il 2023 con un tasso di crescita annuo per i prossimi 5 anni del 78,3% (CAGR 2018-23). È ormai noto che i dispositivi di Digital Reality abbiano raggiunto livelli di perfezionamento e affidabilità tali da poter essere validi strumenti di lavoro all’interno dell’industria, che può ripensare e rimodellare i propri asset aziendali. A tal riguardo, infatti, gli analisti di Klecha&Co., dimostrano che un numero crescente di aziende ha già valutato investimenti in AR e VR e che la spesa dell’industria sarà di circa 121 miliardi di dollari entro il 2023, superando di tre volte quella dei consumatori (circa 40 miliardi di dollari). L’obiettivo è, quindi, quello di collaborare attivamente per lo sviluppo di nuove soluzioni verticali all’interno di questo segmento di mercato, in cui Xonne è altamente specializzata e in questo modo potenziare la solidità del nostro business model fondato su RePlatform. Questa integrazione, la settima negli ultimi 5 anni, conferma la strategia di crescita perseguita dal Gruppo, ovvero la 3M Strategy, Merge, Management e Margin, in cui Merge non si traduce come mera acquisizione ma come l’inizio di una partnership volta a garantire alla nostra Società una leadership tecnologica, ed è per questo che consideriamo Xonne, i suoi soci e i suoi dipendenti come parte integrante del Gruppo. Pur essendo una realtà giovane, connotata da una forte componente innovativa fatta di investimenti in tecnologia, Xonne nel 2019 ha realizzato un Ebitda positivo, pari al circa il 4% dei ricavi e una PFN sostanzialmente nulla. A nome di tutta Relatech, diamo il benvenuto ai nuovi colleghi.”

«Lavorare in mobilità è ormai il presente ed è un requisito obbligatorio per tutte le aziende come ci ha dimostrato il lock-down Covid-19», evidenzia Alessio Garbi, CEO Xonne.

«E’ sempre più acclarata l’esigenza da parte delle aziende di individuare nuovi approcci di collaborazione con i clienti, i fornitori e anche i dipendenti che si basano sulle tecnologie Mobile, core business di Xonne sin dalla sua nascita. Soluzioni innovative di Realtà Aumentata e Virtuale permetteranno alle aziende incrementi sulla produttività, sulla qualità dei servizi e sulla loro competitività. La crescita di Xonne degli ultimi anni su queste tecnologie si consoliderà grazie all’importante partnership industriale con Relatech ed alle integrazioni con i servizi e le soluzioni esistenti (RePlatform). Gli investimenti delle aziende sulla “realtà mista” è un’importante conferma della nostra direzione tecnologica futura. Partendo dalle esperienze finora maturate, Xonne mira alla realizzazione di nuove soluzioni su specifici segmenti di mercato quali ad esempio Healthcare, Logistica e Industria. Con l’operazione Relatech-Xonne consolidiamo le esperienze maturate dall’intera squadra con l’obiettivo di rafforzarla ulteriormente con forti investimenti e farci trovare pronti alle sfide dei prossimi anni.»

STRUTTURA DELL’OPERAZIONE
L’operazione, di valore complessivo pari a circa Euro 317.000 (per il 53,50% del capitale sociale di Xonne), è stata realizzata mediante (i) acquisito di una partecipazione pari al 26,5% del capitale sociale di Xonne a fronte di un corrispettivo in kind consistente in complessive n. 20.000 azioni Relatech convenzionalmente valorizzate ad un importo di Euro 7,85 cadauna (ovvero con un premio del 35% circa rispetto all’ultimo prezzo dell’azione registrato al termine dell’ultimo giorno di borsa aperto antecedente la data di annuncio), e (ii) sottoscrizione e liberazione di un aumento di capitale sociale di Xonne, mediante pagamento in cash di complessivi Euro 160.000. I soci Xonne ai quali sono state cedute azioni Relatech hanno assunto, in relazione alle stesse, un impegno di lock-up valido sino al 31 dicembre 2022. Relatech e gli altri soci di Xonne hanno altresì sottoscritto un patto parasociale di durata quinquennale volto a regolare termini e condizioni dei rapporti intercorrenti tra gli stessi in qualità di soci della target, nonché talune disposizioni in materia di corporate governance e di trasferimento delle partecipazioni sociali detenute nella target, ivi inclusa la concessione di reciproche opzioni di acquisto e vendita (put & call) finalizzate al trasferimento a Relatech del residuo capitale sociale di Xonne in un orizzonte temporale di medio periodo a far data, rispettivamente, dall’1 luglio 2023 e dall’1 settembre 2023 e per i 3 mesi successivi a ciascuna delle predette date, il tutto ad un corrispettivo da determinarsi in funzione della performance di Xonne e del raggiungimento, da parte della stessa, degli obiettivi fissati in un business plan concordato fra Relatech e gli altri soci di Xonne (non parti correlate di Relatech).

Nell’ambito degli accordi vincolanti stipulati ai fini dell’operazione:

– gli altri soci di Xonne (non parti correlate di Relatech) hanno assunto specifici obblighi di non concorrenza in favore della target; e

– il precedente Amministratore Unico della target è stato nominato membro del nuovo Consiglio di Amministrazione nonché Amministratore Delegato di Xonne, al fine di assicurare la continuità gestionale della Società.

Thymos Business&Consulting S.R.L. ha assistito in qualità di advisor Relatech nell’operazione.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: