'RCS: utile netto a 4,4 mln nel terzo trimestre - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

RCS: utile netto a 4,4 mln nel terzo trimestre

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di RCS MediaGroup S.p.A., riunitosi in data odierna, ha esaminato ed approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2020.

I ricavi netti consolidati di Gruppo al 30 settembre 2020 si attestano a 493,7 milioni, rispetto ai 673,9 milioni del corrispondente periodo del 2019. Alla flessione di 180,2 milioni hanno contribuito in misura significativa la mancata realizzazione nei primi nove mesi di alcuni eventi sportivi e non sportivi (-53,8 milioni tra ricavi diversi e pubblicitari), tra i quali il Giro d’Italia (realizzato in ottobre) e la Milano Marathon e alcuni mass events differiti all’esercizio 2021, il calo delle diffusioni dei quotidiani sportivi (-36,7 milioni), che hanno risentito della sospensione dello sport “giocato” ed il calo della raccolta pubblicitaria (-61,6 milioni al netto di quanto già considerato per gli eventi). I ricavi digitali, che ammontano nel complesso a circa 108,6 milioni, hanno raggiunto un’incidenza del 22% sui ricavi complessivi (17,2% al 30 settembre 2019). I ricavi pubblicitari sono pari a 184,9 milioni (267,9 milioni dei primi nove.

L’EBITDA è pari a 27,7 milioni (102,4 milioni nei primi nove mesi del 2019) impattato da oneri non ricorrenti per 4,6 milioni (negativi per 2,3 milioni nel pari periodo 2019, con un effetto quindi di -2,3 milioni nel confronto). Il decremento dell’EBITDA riguarda il primo semestre dell’esercizio (-77 milioni) ed è sostanzialmente riconducibile ai già commentati effetti dello slittamento di alcuni eventi sportivi al quarto trimestre dell’anno, o al 2021, alla riduzione degli investimenti pubblicitari dei clienti ed al calo delle diffusioni dei quotidiani sportivi che hanno risentito della sospensione dello sport “giocato”. Gli oneri non ricorrenti si riferiscono principalmente allo stanziamento di fondi relativi ad interventi sul personale attraverso i prepensionamenti.

Il risultato operativo (EBIT) nei nove mesi è negativo per 8 milioni (+64,5 milioni nei primi nove mesi del 2019) ed evidenzia un decremento determinato dall’andamento dell’EBITDA, in parte compensato da minori ammortamenti per 2,2 milioni.

L’EBIT del terzo trimestre è positivo e pari a 8,8 milioni (+6,1 milioni nel terzo trimestre 2019). La variazione positiva riflette principalmente l’incremento dell’EBITDA del terzo trimestre.

Il risultato netto di Gruppo dei primi nove mesi 2020 è negativo per 7,6 milioni (positivo per 40,7 milioni al 30 settembre 2019) e riflette complessivamente gli andamenti sopra descritti. Il risultato netto di Gruppo del terzo trimestre del 2020 è positivo e pari a 4,4 milioni (positivo per 2,3 milioni nel terzo trimestre 2019).

L’indebitamento finanziario netto si attesta a 106 milioni e registra un decremento rispetto al 31 dicembre 2019 di 25,8 milioni, confermando il trend in continuo miglioramento. I flussi di cassa positivi della gestione tipica (pari a 31,6 milioni) e gli effetti positivi della cessione di Last Lap (+ 4 milioni) hanno più che compensato gli esborsi per investimenti tecnici effettuati nei primi nove mesi dell’anno (9,9 milioni).
L’indebitamento finanziario netto complessivo, che comprende anche debiti finanziari per leasing ex IFRS 16 (principalmente locazioni di immobili), per complessivi 160 milioni al 30 settembre 2020, ammonta a 266 milioni (307,1 milioni al 31 dicembre 2019).

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: