Prezzi del petrolio ancora in rimonta

di , pubblicato il

Ancora in parziale recupero metà seduta del quotazioni del petrolio nei mercati internazionali. Il future sul Brent guadagna sull’Ice l’1,95% e si riporta a 41,32 dollari al barile, mentre il derivato sul WTI passa di mano a 39,09 dollari con un vantaggio di 2,11 punti percentuali sul riferimento.
Diversi i fattori da analizzare per comprendere questa parziale reazione del greggio in un contesto ancora incerto e sfidante.
Ieri l’API statunitense ha indicato un calo settimanale delle scorte USA di 9,5 milioni di barili ben superiore alle attese inviando un segnale positivo in attesa degli analoghi dati ufficiali EIA di oggi.
Va inoltre segnalato che l’uragano Sally punta al sud-est degli Stati Uniti e potrebbe dunque forzare all’evacuazione e alla chiusura diversi impianti petroliferi del Golfo del Messico influendo temporaneamente sull’offerta di greggio nel Paese.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno