Powersoft, utile netto del semestre in calo a 0,8 milioni di euro

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Powersoft, leader tecnologico a livello mondiale negli amplificatori compatti energicamente efficienti e di alta potenza per il settore audio professionale, quotata su AIM Italia ha esaminato e approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2020, predisposta secondo i Principi Contabili Internazionali (“IAS/IFRS”) e soggetta a revisione contabile limitata. Ecco in sintesi i dati principali:

* Ricavi consolidati complessivi a 14,9 milioni di Euro rispetto a 18,9 milioni di Euro del primo semestre 2019;

* EBITDA a 1,4 milioni di Euro rispetto a 3,4 milioni di Euro del primo semestre 2019 (EBITDA margin al 10,2% rispetto al 18,8% del 30 giugno 2019);

* EBIT a 0,4 milioni di Euro rispetto a 2,3 milioni di Euro del primo semestre 2019 (EBIT margin a 2,5% rispetto a 12,8% del 30 giugno 2019);

* Utile netto di periodo pari a 0,8 milioni di Euro rispetto a 1,6 milioni di Euro del primo semestre 2019;

* Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2020 positiva per 10,2 milioni di Euro rispetto a 11,0 milioni di Euro al 31 dicembre 2019.

* Nomina dell’Investor Relations Manager;

* Adozione del Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 e istituzione dell’Organismo di Vigilanza.

L’Amministratore Delegato di Powersoft, Luca Lastrucci, ha così commentato: “Nonostante un contesto estremamente sfidante, Powersoft continua a dimostrare una buona capacità di reazione e di adattabilità. Anche grazie alla sostanziale continuità del mercato delle installazioni fisse e alla nostra attitudine all’innovazione, l’impatto delle conseguenze della pandemia da Covid-19 sul risultato di periodo risulta tangibile ma ancora misurato. Malgrado una riduzione dei ricavi, l’EBITDA margin risulta double digit, confermando una solidità patrimoniale e finanziaria del Gruppo tuttora molto elevata. A fronte di una sostanziale tenuta del segmento installativo e dei mercati asiatici, il settore degli eventi live – soprattutto in Europa e nelle Americhe – continua ad essere particolarmente colpito, a livello mondiale, dalle misure restrittive avanzate dalle varie autorità nazionali e per le quali si stima una decrescita significativa per l’anno in corso in termini di contributo ai volumi e ai margini.

Come già annunciato in sede di presentazione dei dati di bilancio, è stato avviato il progetto di riposizionamento strategico da Product Leader a Solution Provider, espandendo il business su segmenti adiacenti, quali ad esempio Safety, Security e Gaming. Stiamo, al contempo, operando verticalizzazioni su specifici segmenti di clientela, con il rafforzamento dei canali di vendita tradizionali e lo sviluppo di nuovi, con particolare focus sull’e-commerce e la creazione di strutture commerciali dedicate. Continuiamo peraltro ad investire fortemente in R&D per sviluppare soluzioni tecnologiche in grado di anticipare le future esigenze di mercato. Il lancio di nuovi prodotti altamente innovativi e pluripremiati, insieme alla conferma dell’apprezzamento dei nostri clienti, ci rendono fiduciosi per una prossima ripresa”.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno