Pierrel rivede al ribasso stime 2020

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Pierrel S.p.A. (“Pierrel” o la “Società”), provider globale di servizi per l’industria farmaceutica quotato nel segmento MTA di Borsa Italiana, (Ticker: PRL) ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale del gruppo facente capo a Pierrel S.p.A. (il “Gruppo Pierrel” o il “Gruppo”) al 30 giugno 2020, che include il bilancio consolidato semestrale abbreviato di Pierrel al 30 giugno 2020.

Risultati consolidati al 30 giugno 2020, trainati dalle vendite del farmaco Orabloc®, a marchio Pierrel: • Ricavi pari a circa Euro 10,2 milioni (in aumento di circa il 9% rispetto al 30 giugno 2019, quando erano pari a circa Euro 9,4 milioni).
• EBITDA positivo per circa Euro 2,2 milioni in significativo miglioramento rispetto al 30 giugno 2019, quando risultava positivo per circa Euro 0,9 milioni.
• EBIT positivo per circa Euro 1,6 milioni, in significativo miglioramento rispetto al 30 giugno 2019, quando risultava positivo per circa Euro 0,3 milioni.
• Utile netto consolidato complessivo pari a circa Euro 1,4 milioni in controtendenza rispetto al 30 giugno 2019, quando il Gruppo Pierrel registrava una perdita netta consolidata pari a circa Euro 0,1 milioni.
• Indebitamento Finanziario Netto Consolidato pari a circa Euro 5,5 milioni (in miglioramento di circa il 19% rispetto al 31 dicembre 2019, quando era pari a circa Euro 6,8 milioni).
• Disponibilità liquide e mezzi equivalenti per circa Euro 6,6 milioni (in aumento di circa il 19% rispetto al 31 dicembre 2019, quando erano pari a circa Euro 5,5 milioni).

– Aggiornati i principali obiettivi economico-finanziari per l’anno 2020:
• stimati ricavi lordi consolidati per circa Euro 19,1 milioni, in diminuzione di circa il 18% rispetto ai circa 23,3 milioni precedentemente stimati e comunicati al mercato;
• stimato un EBITDA consolidato positivo per circa Euro 2,7 milioni, in diminuzione di circa il 37% rispetto ai circa Euro 4,3 milioni precedentemente stimati e comunicati al mercato.

“Nell’arco del primo semestre del 2020 le attività della Società e del Gruppo Pierrel sono state caratterizzate, da una parte, dal consolidamento e, dall’altra, dall’ampliamento dei mercati di riferimento per la vendita dei propri prodotti a valere sulle autorizzazioni già registrate in molti Paesi. I risultati conseguiti e le misure adottate tempestivamente dal management per limitare gli effetti derivanti dalla pandemia da COVID-19 confermano che il Gruppo Pierrel ha raggiunto un’efficienza organizzativa più che soddisfacente ed è ora in grado di adeguarsi in modo tempestivo per garantire la flessibilità necessaria a fronteggiare anche le conseguenze derivanti da eventi tanto imponderabili quanto impattanti a livello globale”, dice Fulvio Citaredo, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Pierrel. “In particolare, segnaliamo con soddisfazione che i risultati raggiunti dal Gruppo Pierrel al 30 giugno 2020 sono in linea con le previsioni approvate in data 26 febbraio 2020 dal Consiglio di Amministrazione della Società. Ciò nonostante, gli effetti derivanti dalla pandemia in corso ci hanno ovviamente obbligato a rivedere i principali dati economico-finanziari (ricavi ed EBITDA) precedentemente stimati, ma riteniamo che le caratteristiche del Gruppo Pierrel, della sua struttura manageriale e operativa, nonché dei suoi prodotti ci consentono di prevedere, comunque, risultati operativi apprezzabili, sia in valore assoluto che in percentuale sul valore della produzione, e ciò pur considerando che la ripresa del mercato è iniziata soltanto recentemente. Quanto precede conferma la validità della strategia implementata e rappresenta la migliore motivazione per proseguire nel percorso tracciato”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: