'Piazza Affari sulla parità. Bene il settore energia, in rosso bancari e Saipem. Sale lo spread. FTSE MIB -0,0% - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

Piazza Affari sulla parità. Bene il settore energia, in rosso bancari e Saipem. Sale lo spread. FTSE MIB -0,0%

di , pubblicato il

Piazza Affari sulla parità. Bene il settore energia, in rosso bancari e Saipem. Sale lo spread. FTSE MIB -0,0%.

Il FTSE MIB segna -0,0%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap -0,8%, il FTSE Italia STAR -1,2%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,75% (chiusura precedente a 0,72%), lo spread sul Bund 105 bp (da 103) (dati MTS).

Mercati azionari europei in lieve calo: EURO STOXX 50 -0,1%, FTSE 100 -0,5%, DAX -0,2%, CAC 40 -0,0%, IBEX 35 +0,1%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani oscillano sulla parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial +0,1%.

STM -2,4% debole in scia al ribasso dell’indice Philadelphia Semiconductor Index (SOX), il riferimento per il settore semiconduttori americano, che ieri sera ha chiuso a -3,11%. Il comparto è penalizzato dalla scarsità di offerta causata dal balzo della domanda da parte del settore automotive nel quarto trimestre 2020 e da fenomeni bottleneck (collo di bottiglia) nel comparto CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor).

Petroliferi in ascesa: il greggio oscilla sui massimi da inizio ottava. Il future maggio sul Brent segna 65,20 $/barile, il future aprile sul WTI segna 62,35 $/barile. Oggi si riunisce l’OPEC+: sul tavolo di discussione c’è la tempistica dello stop ai tagli alla produzione. Eni +1,5%, Tenaris +2,6%, Saipem +2,6%.

Bancari in flessione: l’indice FTSE Italia Banche e l’EURO STOXX Banks segnano entrambi -1,1%. A Milano Unicredit -2,4%, BPER Banca -0,9%, Intesa Sanpaolo -0,8%. FinecoBank -1,1% perde terreno nonostante gli ottimi dati sulla raccolta. A febbraio si è attestata a 1,3 miliardi, +64% rispetto ai 771 milioni di un anno fa. Notizie positive anche dal brokerage con ricavi stimati a circa 22 milioni (+18% a/a).

Inoltre a febbraio sono stati acquisiti 14.403 nuovi clienti (+88% a/a). Il patrimonio totale ha superato i 95 miliardi, con una crescita del 17% rispetto a febbraio 2020.

Enel +2,5% rimbalza dopo la flessione di ieri grazie alla notizia dell’avvio della costruzione del progetto eolico + storage Azure Sky nella contea di Throckmorton, Texas. Attraverso un Virtual Power Purchase Agreement da 100 MW, Enel venderà a Kellogg Company una parte da 360 GWh dell’elettricità immessa in rete ogni anno dal progetto eolico Azure Sky, pari al 50% del volume di energia utilizzato dagli impianti di produzione di Kellogg Company in Nord America.

Amplifon -2,3% in ulteriore ribasso dopo la massiccia flessione di ieri in scia alla pubblicazione dei risultati 2020 e all’approvazione in via definitiva del progetto di ridefinizione della struttura societaria annunciato lo scorso 16 gennaio. I ricavi nello scorso esercizio sono scesi del 9,3% a/a a 1555,5 milioni di euro, sotto i 1559,7 del consensus. L’EBITDA è sceso del 5,6% a/a a 371 milioni, meglio dei 367,9 attesi. L’utile netto è sceso a 101 milioni dai 127,1 del precedente esercizio. Torna il dividendo dopo lo stop dell’anno scorso: 0,22 euro per azione (0,14 nel 2019). Il management non ha indicato una guidance dettagliata per il 2021, limitandosi prevedere per i ricavi una crescita superiore al mercato di riferimento (quindi con forte ripresa rispetto al 2020), e una significativa espansione del margine EBITDA rispetto a 2019 (22,7%, 23,8% nel 2020).

Bene Telecom Italia, +2,1% a 0,3962 euro, grazie al report di Kepler Cheuvreux: raccomandazione buy confermata e target incrementato da 0,70 a 0,75 euro.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:00 ordinativi industriali, alle 18:05 intervento Powell (Fed).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , ,