Piazza Affari sui massimi da marzo. Migliora l’efficacia del vaccino Pfizer. FTSE MIB +0,8%

di , pubblicato il

Piazza Affari sui massimi da marzo. Migliora l’efficacia del vaccino Pfizer. FTSE MIB +0,8%.

Il FTSE MIB segna +0,8%, il FTSE Italia All-Share +0,8%, il FTSE Italia Mid Cap +0,9%, il FTSE Italia STAR +0,8%.

BTP e spread in lieve miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,59% (chiusura precedente a 0,60%), lo spread sul Bund 115 bp (da 116) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: EURO STOXX 50 +0,5%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,3%, CAC 40 +0,6%, IBEX 35 +0,4%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono sopra la parità: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,4%.

Il vaccino anti Covid-19 sviluppato da Pfizer con il partner tedesco BioNTech mostra una efficacia pari al 95% senza effetti collaterali di rilievo. Lo ha annunciato il colosso farmaceutico. I risultati finali della sperimentazione in fase avanzata sono migliori rispetto ai risultati preliminari comunicati la scorsa settimana (circa 90%). Il titolo Pfizer nel pre-market a Wall Street avanza del 2,7% (BioNTech balza del 5,7%).

BPER Banca, +4,7% a 1,3980 euro, accelera al rialzo e tocca i massimi da fine settembre: Goldman Sachs conferma la raccomandazione buy sul titolo e incrementa il target da 2,20 a 2,26 euro. Gli analisti della banca americana hanno migliorato del 7% medio annuo la stima sull’utile per azione del periodo 2021-2024. Il servizio Ifr di Refinitiv riferisce che l’istituto ha lanciato un’obbligazione di tipo Tier 2 con scadenza 2030 e richiamabile nel 2025. L’importo è di 400 milioni di euro ma la domanda ha superato quota 1,3 miliardi. Il rendimento dopo una indicazione in area 4% è stato fissato a 3,625%.

CNH Industrial +3,4% sale sui massimi da inizio febbraio in scia alla nomina di Scott W. Wine a CEO del gruppo con effetto dal 4 gennaio 2021. Wine è attualmente presidente e CEO di Polaris (-4,7% nel pre-market al NYSE), gruppo attivo nella produzione di veicoli fuoristrada e da neve, e andrà a sostituire Suzanne Heywood, Presidente e CEO pro tempore dal marzo scorso.

Segni positivi nel risparmio gestito con FinecoBank +3,1%, Azimut Holding +2,4% e Poste Italiane +0,1% a 8,77 euro, su cui Intesa ha confermato la raccomandazione add e incrementato il target da 9,00 a 9,70 euro, mentre UBS ha migliorato la raccomandazione da neutral a buy e incrementato il target da 8,40 a 10,80 euro.

Nexi +2,9% in territorio positivo. Dopo gli accordi di integrazione con SIA e Nets la paytech company sembra interessata alle attività di merchant acquiring di UBI Banca, da poco acquisita da Intesa Sanpaolo. Secondo indiscrezioni il controvalore dell’operazione si aggira sui 200 milioni di euro e segue una analoga operazione sulle attività di merchant acquiring della stessa Intesa avvenuta a giugno per 1 miliardo di euro. In quell’occasione Intesa aveva acquisito il 9,9% di Nexi da Mercury UK HoldCo Limited (primo azionista con il 20%).

Tinexta -5,3% a 18,98 euro recupera dai minimi visti in avvio dopo che Quaestio Capital SGR (fino a ieri secondo azionista con il 9,9% circa, dati Consob) ha ceduto 3.884.242 azioni ordinarie a un prezzo di 18,50 euro per azione, incassando 71,9 milioni di euro complessivamente mediante un’operazione di accelerated bookbuilding riservata ad investitori professionali in Italia e istituzionali all’estero.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:30 scorte settimanali petrolio (EIA).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,