'Piazza Affari sui massimi da fine febbraio 2020. Bancari in rally. FTSE MIB +1,5% - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

Piazza Affari sui massimi da fine febbraio 2020. Bancari in rally. FTSE MIB +1,5%

di , pubblicato il

Piazza Affari sui massimi da fine febbraio 2020. Bancari in rally. FTSE MIB +1,5%.

Il FTSE MIB segna +1,5%, il FTSE Italia All-Share +1,5%, il FTSE Italia Mid Cap +1,9%, il FTSE Italia STAR +1,5%.

BTP e spread in ulteriore miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,52% (chiusura precedente a 0,54%), lo spread sul Bund 92 bp (da 93) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: EURO STOXX 50 +0,6%, FTSE 100 +1,1%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,9%, IBEX 35 +0,4%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono positivi: S&P 500 +0,4%, NASDAQ 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,5%.

I bancari estendono il rally: FTSE Italia Banche +2,7%, EURO STOXX Banks +1,5%. Unicredit +3,3%, Mediobanca +2,6%, Finecobank +1,8%.

Fari puntati su Banco BPM +5,1% e BPER Banca +6,6% dopo le indiscrezioni pubblicate ieri dal Messaggero. Il quotidiano romano ha riferito di un incontro tra l’a.d. di BPM, Giuseppe Castagna, e il Group CEO di Unipol +5,5%, Carlo Cimbri, avvenuto il 20 gennaio: al centro della discussione l’ipotesi di fusione con BPER (di cui Unipol è primo azionista con poco più del 15%). A quanto risulta al Messaggero Castagna vorrebbe velocizzare l’operazione mentre Cimbri e BPER antepongono il completamento dell’integrazione degli sportelli acquisiti a valle della fusione Intesa-UBI. Intanto Giorgio Girondi, che secondo i dati Consob ha il 5% di BPM, avrebbe a disposizione opzioni per acquisire un ulteriore 2%.

Positiva ma sottotono Intesa Sanpaolo +1,9% che venerdì ha annunciato di aver chiuso il 2020 con utile netto contabile pari a 3,3 miliardi di euro da 4,2 miliardi nel 2019. Il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo da 3,57 centesimi di euro per azione per complessivi 694 milioni di euro, “pari al massimo consentito dalla raccomandazione della Banca Centrale Europea del 15 dicembre 2020 nel limite di 20 centesimi di punto di Common Equity Tier 1 ratio consolidato al 31 dicembre 2020”

Banca MPS +13,6% balza in avanti grazie alle indiscrezioni di stampa del fine settimana.

Secondo Repubblica sta tornando d’attualità l’ipotesi (caldeggiata dal board ma osteggiata dal Tesoro) di bond subordinato da 500 milioni riportare in equilibrio i ratio patrimoniali e permettere ai revisori di certificare la continuità aziendale entro il cda del 25 febbraio (esame del progetto di bilancio 2020, domani board per approvare i conti dello scorso esercizio). Il Messaggero riferisce invece che in vista dell’apertura della data room il fondo Apollo ha presentato richiesta di accesso, mentre Blackstone, Lonestar e Hellman & Friedman hanno annunciato l’intenzione di accedere.

BP Sondrio, +6,6% a 2,4620 euro, tocca i massimi da fine novembre in scia alla pubblicazione dei risultati 2020: utile netto a 106,6 milioni di euro, -22,4% a/a. Equita conferma la raccomandazione hold e incrementa dell’8% il target a 2,40 euro.

Leonardo +2,6% sale sui massimi dal 10 dicembre. Il gruppo ha annunciato un accordo di partnership con O2 (Telefónica UK) per lo studio di una serie di innovative applicazioni della tecnologia 5G privata nell’industria della difesa e della sicurezza.

Astaldi, +10,3% a 0,3850 euro, estende il rally di venerdì e balza sui massimi da inizio novembre. Equita ha migliorato la raccomandazione sul titolo da hold a buy con target a 0,48 euro.

Molto bene Pierrel +5,2% in scia alla notizia della commercializzazione di Orabloc Needlestick Safety System negli Stati Uniti, sistema che si unisce all’anestetico dentale iniettabile Orabloc, commercializzato negli Stati Uniti dal 2011.

Sciuker Frames, +3,6% a 4,84 euro, si avvicina al massimo storico a 5,00 euro toccato il 25 gennaio scorso. Il gruppo attivo nel design e nella produzione di finestre ecosostenibili ha comunicato che Sciuker Ecospace, specializzata nella progettazione e realizzazione di interventi di riqualificazione energetica, ha sottoscritto due nuovi contratti d’appalto dal valore complessivo lordo pari a 3,47 milioni di euro per l’esecuzione dei lavori di riqualificazione energetica di due nuovi complessi residenziali. Con questi contratti l’acquisito da inizio 2021 ammonta a 10,92 milioni, generando le seguenti performance rispetto al budget: target di acquisito trimestrale (pari a 15 milioni di euro) realizzato per il 72,8%; target di acquisito annuale (60 milioni di euro) realizzato per il 18,2%.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 17:15 intervento Lagarde (BCE).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , ,