'Piazza Affari sotto la parità ma in recupero dai minimi di seduta. FTSE MIB -0,58% - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

Piazza Affari sotto la parità ma in recupero dai minimi di seduta. FTSE MIB -0,58%

di , pubblicato il

Piazza Affari ha limato le perdite in chiusura di seduta, mostrando una buona reazione. Il FTSE MIB ha chiuso a -0,58%, il FTSE Italia All-Share -0,58%, il FTSE Italia Mid Cap -0,64%, il FTSE Italia STAR -0,63%. BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,64% (chiusura precedente a 0,67%), lo spread sul Bund 116 bp (da 121) (dati MTS).
Circa mezz’ora dopo l’apertura di Wall Street i principali indici americani sono attorno alla parità: S&P 500 +0,05%, NASDAQ Comp. -0,14%, Dow Jones Industrial -0,02%. Nel pomeriggio l’EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che negli USA alla fine della scorsa settimana le scorte di petrolio hanno fatto segnare un decremento di 0,679 milioni di barili, a fronte di un calo di 2,358 milioni atteso dagli analisti (settimana precedente: -0,754 milioni di barili).La stima ADP (National Employment Report) sul mondo del lavoro statunitense ha invece evidenziato, nel mese di novembre, una crescita di 307 mila nuovi impieghi, da 365 mila unità della rilevazione precedente risultando inferiore alle attese degli addetti ai lavori che si aspettavano un incremento di 410 mila posti di lavoro
A Milano titoli del comparto bancario in rosso: secondo indiscrezioni si riducono le possibilità di varo di misure volte ad agevolare le fusioni bancarie (in primis quella di MPS -2,9% in UniCredit +0,42%) proposte dal Tesoro, ovvero la trasformazione in crediti d’imposta delle DTA (Deferred Tax Assets, attività fiscali differite). A quanto pare all’interno della maggioranza sta montando il dissenso. Banco BPM -2,45%, BPER Banca -1,08%, BP Sondrio -2,11.
Telecom Italia -1,68% perde terreno in scia alle dichiarazioni di Franco Bassanini. Il presidente di Open Fiber ha affermato che il progetto di rete unica nazionale potrebbe avere difficoltà ad accedere alle risorse rese disponibili dal Recovery Fund.

Per Bassanini utilizzare il fondo per finanziare una rete unica controllata dall’operatore dominante, cosa diversa dall’utilizzarlo per un’infrastruttura comune, presenta molte criticità dal punto di vista regolatorio.
In flessione Unipol -3,08%, la controllata UnipolSai -1,05% e Generali -0,31%. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato “ha avviato tre procedimenti istruttori nei confronti di UnipolSai Assicurazioni S.p.A., Generali Italia S.p.A. e Allianz S.p.A. per presunte pratiche commerciali scorrette nella fase di liquidazione dei danni da sinistri Rc auto”. Nel comunicato si citano ispezioni nelle sedi delle tre società avvenute il 26 novembre in collaborazione con il Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza.
Atlantia -2,68% indietreggia nel giorno del cda che prenderà atto del perdurare dell’assenza dell’offerta da parte della cordata CDP-Blackstone-Macquarie per la controllata Autostrade per l’Italia. Il Sole 24 Ore scrive che il board potrebbe essere riconvocato per il 10 dicembre. Ieri il quotidiano riportava che il termine ultimo per trovare un accordo per la vendita di AspI è slittato al 15 dicembre. Il Sole non escludeva però che l’offerta definitiva potrebbe arrivare anche dopo ed essere esaminata dall’assemblea di Autostrade (ancora da convocare) entro il 15 gennaio.
In recupero invece i titoli del comparto petrolifero con il greggio che estende il rimbalzo dai minimi dal 24 novembre toccati nella notte. Eni ha chiuso in progresso dell’1,0%, Saipem del 2,6% e Tenaris di circa mezzo punto percentuale.

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , ,