'Piazza Affari sopra la parità, aperta ufficialmente la crisi di governo. FCA brillante con dividendo straordinario. FTSE MIB +0,2% - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

Piazza Affari sopra la parità, aperta ufficialmente la crisi di governo. FCA brillante con dividendo straordinario. FTSE MIB +0,2%

di , pubblicato il

Piazza Affari sopra la parità, aperta ufficialmente la crisi di governo. FCA brillante con dividendo straordinario. FTSE MIB +0,2%.

Il FTSE MIB segna +0,2%, il FTSE Italia All-Share +0,2%, il FTSE Italia Mid Cap +0,1%, il FTSE Italia STAR +0,4%.

BTP in lieve miglioramento, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 0,62% (chiusura precedente a 0,63%), lo spread sul Bund 115 bp (da 113) (dati MTS).

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, ha aperto ieri ufficialmente la crisi di governo annunciando le dimissioni delle ministre Teresa Bellanova ed Elena Bonetti e del sottosegretario Ivan Scalfarotto. L’apertura del premier Giuseppe Conte a un “patto di legislatura” ieri pomeriggio non ha dunque frenato l’evoluzione della crisi in una rottura.

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,6%, FTSE 100 +0,3%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,2%.

Future sugli indici azionari americani in leggero progresso: S&P 500 +0,3%, NASDAQ 100 -0,0%, Dow Jones Industrial +0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,23%, NASDAQ Composite +0,43%, Dow Jones Industrial -0,03%.

Mercato azionario giapponese in rialzo, il Nikkei 225 ha terminato a +0,85%. Borse cinesi complessivamente deboli: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -1,93%, l’Hang Seng di Hong Kong a +0,93%.

FCA stacca oggi il dividendo straordinario da 1,84 euro per azione (controvalore totale 2,9 miliardi di euro circa, con pagamento il 29 gennaio) preliminare al perfezionamento dell’integrazione con PSA e quindi alla creazione di Stellantis, in programma sabato prossimo 16 gennaio. Il titolo del Lingotto si attesta poco sopra i 13,30 euro dai 14,6120 della chiusura di ieri ma, tenendo conto dello stacco della cedola, la performance è pari a +4,2%.

In verde Telecom Italia +1,0% a 0,3798 euro. Ieri Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione buy sul titolo e incrementato il target da 0,67 a 0,70 euro.

Avvio di seduta in forte rialzo per Unieuro +7,3%: il gruppo attivo nella distribuzione di elettronica di consumo ed elettrodomestici ha pubblicato ieri i risultati al 30 novembre 2020 relativi all’andamento gestionale dei primi nove mesi dell’esercizio 2020-2021. Grazie soprattutto al boom dell’e-commerce (+85,2% a/a) i ricavi sono saliti del 7,4% a/a a un livello record di 1,89 miliardi di euro. L’EBIT adjusted è balzato del 97,7% a/a a 63,6 milioni, mentre il risultato netto adjusted è più che raddoppiato a 49,6 milioni (da 19,3 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente). Anche a dicembre il trend dei ricavi si è mantenuto in linea con quello del terzo trimestre (+15,8% a/a) e del secondo (+15,2%). Unieuro si avvia quindi a battere nettamente le stime degli analisti per l’esercizio 2020-2021, stime che prevedono ricavi invariati, EBIT adjusted in crescita dell’8% a/a, e risultato netto adjusted in calo dell’11% a/a.

Sale Cyberoo +2,3% grazie alla partnership con la francese Integra Systems. L’accordo prevede la rivendita oltralpe delle soluzioni di cyber security Cyberoo.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 PIL 2020 Germania, alle 13:30 verbali BCE.
Negli USA alle 14:30 richieste settimanali sussidi disoccupazione e indice prezzi importazioni, alle 18:30 intervento Powell (Fed).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , ,