Piazza Affari reagisce. FTSE MIB +0,66%

di , pubblicato il

Piazza Affari recupera parte del terreno perso ieri chiudendo la seduta odierna in territorio positivo. Il FTSE MIB segna +0,66%, il FTSE Italia All-Share +0,74%, il FTSE Italia Mid Cap +1,61%, il FTSE Italia STAR +1,68%.
BTP e spread in modesto peggioramento. Il rendimento del decennale segna 1,38% (chiusura precedente a 1,37%), lo spread sul Bund 141 bp (da 140) (dati MTS).
Indici azionari americani poco sopra la parità. Nel pomeriggio il presidente della Fed Jerome Powell, parlando all’audizione del Senato per la sua rinomina, ha dichiarato che la banca centrale al momento deve concentrarsi sia sul fronte dell’inflazione che su quello dell’occupazione. “Quest’anno con ogni probabilità normalizzeremo la politica, incluso l’aumento dei tassi e potremmo iniziare il deflusso di bilancio entro la fine dell’anno”, ha sottolineato Powell.
A Milano positiva STM, +1,16% che reagisce alla flessione di ieri grazie al report di Stifel: raccomandazione buy confermata e target incrementato a 55,00 euro.
Fermento nel settore bancario: Banca Carige affonda (-11,25%) dopo che il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi ha concesso a BPER Banca +0,73% un periodo di esclusiva sino al 15 febbraio 2022 per la potenziale acquisizione della partecipazione di controllo dell’istituto ligure, a seguito della “nuova offerta non vincolante sottoposta da BPER Banca nella giornata di domenica 9 gennaio”. La nuova offerta ricalca la precedente tranne che per l’ammontare del versamento in conto capitale in banca Carige richiesto al Fondo, che passa da un miliardo di euro a 530 milioni, e per la quota (dall’88,3% all’80% di Carige).
Bene nel settore del lusso Brunello Cucinelli +4,22%: ieri il cda ha approvato i risultati preliminari 2021: i ricavi si sono attestati a 712 milioni di euro, in rialzo del 30,9% rispetto al 2020 e sopra le attese.

Il dato è inoltre superiore del 17,2% rispetto al 2019 pre-pandemia. Confermata la stima di crescita dei ricavi intorno al 10% nel 2022 e nel 2023. Il gruppo prevede inoltre di terminare il primo quinquennio 2019-2023 del piano decennale 2019-2028 “molto positivamente, e in misura leggermente superiore rispetto alle attese che avevamo prima che iniziasse la pandemia”.
Moncler negativa (-0,4%) dopo che RBC ha deciso di tagliare il rating ad underperform rispetto al mercato di riferimento.
Bene Saipem +2,79% in scia all’aggiudicazione di due nuovi contratti offshore in Australia e in Guyana, per un valore complessivo di 1,1 miliardi di dollari.
Unicredit -1,11% in arretramento. Il servizio Ifr di Refinitiv segnala che il gruppo ha avviato oggi il collocamento di un bond senior preferred in due tranche a 6 e 10 anni.
Reply +5,3% rimbalza con forza dopo l’affondo di ieri. Il titolo sfrutta la notizia dell’acquisizione di Enowa LLC, società specializzata nella consulenza e nello sviluppo di soluzioni su tecnologia SAP, e di The Spur Group, leader nella consulenza in ambito sales e marketing. Con queste operazioni Reply potrà “svilupparsi ulteriormente negli Stati Uniti, il principale mercato mondiale per i servizi IT”, ha dichiarato Mario Rizzante, Presidente di Reply.
Nexi +0,97%. Dalle comunicazione obbligatorie in materia di partecipazioni rilevanti, al 31 dicembre 2021, data di efficacia dell’incorporazione di SIA in NEXI, si apprende l’assetto proprietario del nuovo aggregato. Mercury UK Holdco LTD è al 9,435% di NEXI (vs. 11,884% al 12 luglio 2021); Poste Italiane è al 3,55% di Nexi; CDP al 13,581%; H&F Corporate Investors VIII LTD al 19,938% (dal 25,115% del luglio scorso); AB Europe (LUX) Investment SARL al 4,021% (vs. 5,065%); EAGLE (AIBC) & CY SCA al 6,085% (vs. 7,665%).

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , ,