Piazza Affari positiva con utility e petroliferi. FTSE MIB +0,8%

di , pubblicato il

Piazza Affari positiva con utility e petroliferi. FTSE MIB +0,8%.

Il FTSE MIB segna +0,8%, il FTSE Italia All-Share +0,7%, il FTSE Italia Mid Cap +0,2%, il FTSE Italia STAR +0,0%.

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,7%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,6%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +0,4%.

Future sugli indici azionari americani in lieve calo stamattina: S&P 500 -0,1%; NASDAQ 100 -0,1%; Dow Jones Industrial -0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,31%; NASDAQ Composite -0,35%; Dow Jones Industrial -0,02%.

Mercato azionario giapponese sotto la parità: l’indice Nikkei 225 ha terminato a -0,11%. Borse cinesi deboli: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,45%, l’indice Hang Seng di Hong Kong a -0,29%.

Euro in lieve calo contro dollaro. EUR/USD al momento quota 1,0350 circa.

BTP e spread in divergenza. Il rendimento del decennale segna 4,02% (chiusura precedente a 4,00%), lo spread sul Bund 195 bp (197) (dati MTS).

Utility in recupero dopo il calo di ieri. Enel +1,7% approfitta della notizia relativa al progetto della nuova fabbrica per la produzione di pannelli solari negli USA.

I lavori dovrebbero partire entro il 2024. Previsto un investimento intorno al miliardo di euro.

Bene anche A2A +1,9%: il gruppo lombardo presenterà un aggiornamento del piano strategico 2021-2030 mercoledì 23 novembre.

Segni positivi tra i petroliferi nonostante la netta flessione del greggio: il WTI oscilla sui minimi dal 3 ottobre, il Brent dal 24 ottobre. Al momento il future gennaio sul Brent segna 89,90 $/barile, il future dicembre sul WTI segna 81,95 $/barile. Eni +1,5%, Tenaris +0,7%, Saipem +1,7%, in controtendenza Saras -1,5%.

In verde Stellantis +1,2%: ieri i dati ACEA hanno certificano che il recupero del mercato dell’auto prosegue dopo il calo registrato fino a luglio. Nell’Unione Europea il mese scorso sono state vendute 745.855 unità, +12,2% rispetto allo stesso mese del 2021, ma ancora sotto di 290 mila unità rispetto ai livelli pre-pandemia di ottobre 2019.

Altro contratto in Romania per Webuild +1,7% dopo quello annunciato all’inizio della scorsa settimana. Si era trattato dell’ammodernamento e raddoppio del Lotto 3 di una delle più importanti linee ferroviarie in Romania, la Caransebes-Timisoara-Arad. Stavolta Webuild si è aggiudicato la commessa per la realizzazione del lotto 4 per l’ammodernamento e raddoppio di circa 55 chilometri di linea ferroviaria e sei stazioni. Il valore complessivo è di 441 milioni di euro e Webuild ha una quota del 72,7% del consorzio realizzatore, con Salcef (al 27,3%).

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:00 indice anticipatore (Conference Board) e vendite abitazioni esistenti.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,