Piazza Affari positiva. Brillano Moncler e FCA, Leonardo sotto pressione. FTSE MIB +0,5%

di , pubblicato il

Piazza Affari positiva. Brillano Moncler e FCA, Leonardo sotto pressione. FTSE MIB +0,5%.

Il FTSE MIB segna +0,5%, il FTSE Italia All-Share +0,4%, il FTSE Italia Mid Cap +0,2%, il FTSE Italia STAR +0,3%.

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 0,70% (chiusura precedente a 0,70%), lo spread sul Bund 131 bp (da 132) (dati MTS).

Mercati azionari europei in recupero: EURO STOXX 50 +0,8%, FTSE 100 +1,2%, DAX +0,5%, CAC 40 +1,4%, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani in parità: S&P 500 -0,0%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial -0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,15%, NASDAQ Composite -0,47%, Dow Jones Industrial -0,07%.

Mercato azionario giapponese in leggero ribasso, l’indice Nikkei 225 ha terminato a -0,41%. Borse cinesi contrastate: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,15%, l’Hang Seng di Hong Kong al momento segna +1,1% circa.

Titoli del settore lusso in recupero dopo la netta flessione di ieri. Spicca Moncler +3,1%: Standard Ethics ha migliorato il rating del gruppo a EE- dal precedente E+. In base agli standard adottati, Moncler ha evidenziato “costanti e significativi progressi verso la sostenibilità e le indicazioni internazionali provenienti da UE, Nazioni Unite e OCSE nell’interesse del pianeta e delle generazioni future”.

Petroliferi in verde: il greggio è stabile dopo il recupero dal minimo di ieri pomeriggio. Il future dicembre sul Brent segna 42,90 $/barile (da 41,60 circa), il future novembre sul WTI 40,860 $/barile (da 39,30 circa). Eni +0,6%, Tenaris +0,7%, Saipem +1,2%.

FCA +2,4% in ottima forma grazie ai dati ACEA sulle immatricolazioni di autovetture nell’Unione Europea. A settembre si è registrato il primo dato positivo dell’intero 2020: +3,1% a/a, con il mercato italiano particolarmente brillante (+9,5% a/a, anche grazie agli incentivi).

Fase delicata per Leonardo -1,9%, ieri tra i più penalizzati in una seduta molto difficile per le borse e oggi peggior blue chip in avvio.

I titoli del settore industriale si sono confermati particolarmente sensibili alle notizie riguardanti le prospettive di crescita dell’economia mondiale. L’impennata globale di contagi da COVID-19 e le nuove misure restrittive in arrivo in alcuni Paesi europei mettono a rischio il quadro macroeconomico. A questo si sono aggiunte le dichiarazioni di Steven Mnuchin: lo U.S. Secretary of Treasury (il ministro del Tesoro USA) ha detto infatti che è improbabile che un accordo su nuovi piani di stimolo venga raggiunto prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre prossimo. Su Leonardo potrebbe oggi pesare anche la notizia della condanna in primo grado (6 anni e 2,5 milioni di euro di multa per aggiotaggio e false comunicazioni sociali) dell’a.d. Alessandro Profumo relativa al precedente ruolo di presidente di Banca MPS. La società ha precisato che “non sussistono cause di decadenza dalla carica di Amministratore Delegato di Leonardo ed esprime piena fiducia nella sua azione auspicando un percorso di continuità”.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 10:00 inflazione finale Italia, alle 11:00 bilancia commerciale Italia, bilancia commerciale e inflazione finale eurozona.
Negli USA alle 14:30 vendite al dettaglio, alle 15:15 produzione industriale, alle 16:00 indice fiducia consumatori (Univ. Michigan) preliminare,
scorte delle imprese e indice NAHB (mercato immobiliare residenziale), alle 22:00 acquisti netti att. finanziarie (l/term.).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,