Piazza Affari positiva. Brillano Atlantia e Tiscali, petroliferi in rosso. FTSE MIB +1,34%

di , pubblicato il

Piazza Affari positiva. Brillano Atlantia e Tiscali, petroliferi in rosso. FTSE MIB +1,34%.

Mercati azionari europei in netto rialzo. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,5%, NASDAQ Composite -0,3%, Dow Jones Industrial +0,6%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,34%, il FTSE Italia All-Share a +1,30%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,75%, il FTSE Italia STAR a +1,71%.

Mercati azionari in rialzo dopo l’intervista al Wall Street Journal di Tom Barkin, presidente della Fed di Richmond: l’economia USA necessita di robusto supporto dato che il mercato del lavoro sta evidenziando una ripresa più lenta del previsto (confermata dai dati ADP) a causa delle difficoltà nel contenere la diffusione del coronavirus. Il mercato sta quindi scommettendo su ulteriori interventi da parte della Casa Bianca e della Fed. Ieri Lael Brainard, membro del Board of Governors della Federal Reserve, ha dichiarato che l’istituto centrale di Washington dovrebbe passare a una strategia più aggressiva per aiutare gli americani a tornare al lavoro, ridurre l’elevato tasso di disoccupazione e spingere l’inflazione più vicino ai target della Fed stessa.

BTP in netto miglioramento, bene lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,04% (chiusura precedente a 1,13%), lo spread sul Bund 149 bp (da 151) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: nuovi lavoratori dipendenti non agricoli (stima ADP) agosto 428 mila da 167 mila (atteso 950 mila); ordini industriali luglio +6,4% m/m da +6,4% m/m (atteso +6%); scorte di petrolio settimanali a -9,362 mln di barili da -4,689 mln precedenti (attesi -1,887 mln). Nell’eurozona: indice prezzi produzione luglio -3,3% a/a da -3,7% (atteso -3,4%). In Germania: vendite al dettaglio luglio -0,9% m/m da -1,6% (atteso +0,5%).

Atlantia +16,23% in ampio rialzo grazie alle indiscrezioni secondo cui, in vista del cda di domani, si sta cercando di accelerare nella ricerca di una soluzione per il dossier Autostrade. Si ipotizza un piano in due tappe che prevederebbe lo scorporo del 70% di Autostrade in una nuova società quotata che varerebbe un aumento di capitale da 6 miliardi per CDP e altri investitori: 4 miliardi verrebbero utilizzati da Autostrade per ridurre il debito e i restanti 2 per acquisire il rimanente 18% ancora in mano ad Atlantia (attualmente ha l’88%), con una valutazione di circa 11 miliardi circa. Questa soluzione non penalizzerebbe Allianz e Silk Road, che hanno il 12% e avevano espresso critiche (insieme a TCI, fondo azionista di Atlantia) nei confronti dell’ipotesi formulata dal governo a metà luglio (ingresso di CDP in Autostrade prima della quotazione, a prezzi non di mercato).

Ottime performance per gli industriali: CNH Industrial +4,49%, Prysmian +2,35%, STM +1,92%. Particolarmente brillante Interpump +7,67% a 31,72 euro. Mediobanca ha confermato la raccomandazione outperform sul titolo e incrementato il target da 28,80 a 30,80 euro. Kepler Cheuvreux con confermato il buy e incrementato il target da 33,00 a 33,5 euro.

Acquisti sul lusso: Moncler +3,08%, Salvatore Ferragamo +0,92%, Brunello Cucinelli +1,50%.

Sottotono FCA +0,57%, probabilmente condizionata dai dati sulle vendite di auto in Italia ad agosto. A fronte di un -0,43% a/a del mercato i marchi del Lingotto (esclusi Ferrari e Maserati) hanno fatto segnare -2,70% a/a. La quota di mercato è scesa dal 23,42% di agosto 2019 al 22,89%.

In rosso i petroliferi: il greggio ha accelerato al ribasso dopo l’uscita dei dati EIA sulle scorte USA toccando i minimi da inizio settimana scorsa. Eni -1,29%, Tenaris -0,95%, Saipem -1,13%.

Piaggio accelera al rialzo, +2,42% a 2,4540 euro. Fidentiis conferma la raccomandazione buy sul titolo con target a 2,90-3,10 euro. Secondo gli analisti i dati sulle vendite di motoveicoli in Italia e Spagna sono state migliori del previsto. Ad agosto in Italia le vendite hanno fatto segnare +41,2% a/a, in Spagna +29% a/a.

BP Sondrio -6,74% in forte ribasso a causa delle indiscrezioni di stampa secondo cui le Commissioni Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del senato, impegnate nel lavoro di conversione in legge del Decreto Semplificazioni, hanno approvato un emendamento che prevede la proroga di un anno (al 2021) del termine di trasformazione delle banche popolari con attivo superiore a 8 miliardi di euro in società per azioni.

Secondo Equita questa ipotesi riduce l’appeal speculativo di BP Sondrio.

Nuova massiccia accelerazione per Tiscali +69,15%, toccati i massimi dal marzo 2017. La scorsa settimana il gruppo sardo ha siglato con Telecom di “un Memorandum of Understanding per definire i termini di una partnership strategica avente ad oggetto lo sviluppo del mercato ultra-broadband attraverso la partecipazione commerciale di Tiscali al progetto di co-investimento FiberCop”. Lunedì il cda di Telecom Italia ha dato il via libera al progetto di creazione della rete unica in fibra. Due i passaggi decisi dal board: il primo è la creazione di FiberCorp, dove confluiranno la rete secondaria di proprietà di Telecom (quella che va dagli armadi su strada alle utenze finali) e FlashFiber (la rete in fibra, joint-venture 80% Telecom e 20% Fastweb), con accettazione dell’offerta vincolante di 1,8 miliardi di euro da parte di KKR Infrastructure per il 37,5% di FiberCop. Il secondo è la firma di una lettera d’intenti con CDP Equity finalizzata alla realizzazione del più ampio progetto di rete unica nazionale (AccessCo) attraverso la fusione tra FiberCop e Open Fiber.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , ,