Piazza Affari positiva. Bene Diasorin, nuovi record per Campari e Amplifon. FTSE MIB +0,8%

di , pubblicato il

Piazza Affari positiva. Bene Diasorin, nuovi record per Campari e Amplifon. FTSE MIB +0,8%.

Il FTSE MIB segna +0,8%, il FTSE Italia All-Share +0,7%, il FTSE Italia Mid Cap +0,4%, il FTSE Italia STAR +1,1%.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 0,89% (chiusura precedente a 0,88%), lo spread sul Bund 106bp (da 106) (dati MTS).

Amplifon +3,4%
miglior titolo del FTSE MIB: toccato a 41,58 euro il nuovo massimo storico. Il titolo conferma una volta di più la solidità della tendenza rialzista e appare ben impostato per proseguire verso i prossimi obiettivi in area 43 e 46 euro.

Diasorin, +3,0% a 154,35 euro, guadagna terreno grazie al report di Mediobanca: il giudizio sale da restricted a outperform, con target a 183 euro.

Unipol +2,5% in ascesa. Coop Alleanza 3.0, principale azionista del gruppo finanziario con il 22,15%, ha rinegoziato i covenant di due finanziamenti da 319 milioni di euro complessivi.

Campari +1,6% in ottima forma grazie a un report di Citigroup: il titolo tocca a 11,4250 euro il nuovo massimo storico. Ricordiamo che ieri Pernod Ricard ha migliorato la guidance sull’attuale esercizio.

STM +1,5% guadagna terreno. Equita considera positivo l’accordo di collaborazione con Tower Semiconductor. Quest’ultima collaborerà alla realizzazione della fabbrica Agrate R3 300mm attualmente in costruzione presso il sito produttivo di STM di Agrate Brianza. L’intesa favorirà l’accelerazione della tempistica della messa in esercizio a pieno regime della fabbrica.

Pirelli, -1,0% a 4,9730 euro, perde terreno: Goldman Sachs ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da neutral a sell (vendere) e ridotto il target da 4,80 a 4,70 euro.

Si conferma debole il settore lusso dopo l’ampio calo di ieri: Tod’s -1,8%, Moncler -1,0%, Brunello Cucinelli -0,6%, Salvatore Ferragamo -0,8%.

Ottima performance per Webuild +3,5% in scia al nuovo contratto per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di raddoppio di una tratta della linea ferroviaria ad alta capacità Palermo-Catania-Messina del valore di circa 640 milioni di euro inclusi gli oneri della sicurezza.

I lavori, commissionati da Rete Ferroviaria Italiana – RFI (Gruppo FS Italiane), saranno realizzati dal Gruppo Webuild, capofila del consorzio con una quota del 70%, insieme a Pizzarotti (30%).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , , ,