Piazza Affari poco oltre la parità. Forti acquisti su Interpump, FTSE MIB +0,23%

di , pubblicato il

Chiusura di seduta positiva a Piazza Affari, con guadagni tuttavia contenuti. Il FTSE MIB segna +0,23%, il FTSE Italia All-Share +0,19%, il FTSE Italia Mid Cap +0,02%, il FTSE Italia STAR +0,68%.
BTP e spread in marginale recupero. Il rendimento del decennale segna 0,89% (chiusura precedente a 0,90%), lo spread sul Bund 107 bp (da 108) (dati MTS).
Due ore circa dopo l’apertura di Wall Street i principali indici azionari americani sono in moderato rialzo.
A Milano si è messo in luce il settore automotive dopo i dati sulle immatricolazioni di auto nuove in Italia, in crescita del 42,96% a maggio. Stellantis +1,00% ha immatricolato in Italia lo scorso mese 56.148 veicoli, il 49,45% in più rispetto a maggio 2020. La quota di mercato è pari al 39,3%.
Piaggio (+1,28%) in scia al forte incremento del mercato delle due ruote a maggio, in crescita del 43% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il titolo ha però chiuso distante dai massimi di seduta toccati a quota 3.458.
Gran denaro su Interpump (+6,31%) dopo l’annuncio della sottoscrizione di un accordo vincolante per l’acquisizione dal gruppo Danfoss della business unit White Drive Motors & Steering. Il closing dell’operazione è previsto nel quarto trimestre 2021 ad un enterprise value stimato in 230 milioni di euro oltre a una quota variabile (di circa 40 milioni di euro), con un impatto del +15% sull’ultile per azione nel 2022.
Banca Profilo (+0,23%) dopo il closing dell’operazione annunciata a febbraio 2021 che prevede l’acquisizione da parte di Banque Profil de Gestion (BPDG) del 100% del capitale di One Swiss Bank (OSB) e, contestualmente, la cessione da parte di Banca Profilo della totalità delle azioni detenute in BPDG agli attuali azionisti di OSB. Il prezzo di transazione per la quota in BPDG di Banca Profilo tiene conto dei dividendi già distribuiti ad aprile, dell’aumento di capitale derivante dall’esercizio di stock option e degli aggiustamenti di prezzo ed è pari a 31,8 milioni di franchi svizzeri.


Titoli del comparto bancario in rialzo ad eccezione di Unicredit che ha chiuso a 10,54 euro (-0,34%). Intesa Sanpaolo +1,1% a 2,4725 euro, nonostante Moody’s abbia avvertito che l’esposizione delle principali banche italiane ai crediti in sofferenza riprenderà a salire nel 2021 dopo cinque anni di calo (la scadenza della moratoria sui rimborsi legata al Covid potrebbe innescare un incremento delle insolvenze dei mutuatari).
Nuovo record annuale per Webuild che ha chiuso in crescita del 6,93%. Il titolo continua a beneficiare delle attese positive sul settore delle costruzioni soprattutto dopo la recente approvazione da parte del Governo del Decreto Semplificazioni.
Eni avanza dello 0,74% in scia all’ulteriore rafforzamento del prezzo del greggio. Il Brent si attesta attorno ai 71 dollari al barile (+1,1%). Tra i titoli a minore capitalizzazione in evidenza H-Farm (+11,98%). La società incassa 6 milioni di euro dalla cessione di Depop, app per vendere e comprare prodotti unici fondata nel 2011 da Simon Beckerman, all’americana Etsy per 1,625 miliardi di dollari.

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , ,