Piazza Affari poco mossa. Brillano Buzzi Unicem e Interpump, deboli i petroliferi. FTSE MIB +0,1%

di , pubblicato il

Piazza Affari poco mossa. Brillano Buzzi Unicem e Interpump, deboli i petroliferi. FTSE MIB +0,1%.

Il FTSE MIB segna +0,1%, il FTSE Italia All-Share +0,0%, il FTSE Italia Mid Cap +0,2%, il FTSE Italia STAR +0,8%.

BTP e spread in lieve peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,72% (chiusura precedente a 0,71%), lo spread sul Bund 125 bp (da 123) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 +0,0%, FTSE 100 -0,2%, DAX +0,1%, CAC 40 -0,0%, IBEX 35 -0,1%.

Future sugli indici azionari americani in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,0%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,88%, NASDAQ Composite +1,39%, Dow Jones Industrial +0,57%.

Mercato azionario giapponese in leggero ribasso, l’indice Nikkei 225 ha terminato a -0,26%. Borse cinesi brillanti: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +3,03%, l’indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +2,1% circa.

Buzzi Unicem +2,8% e Buzzi Unicem risparmio +21,1% balzano in avanti dopo che il cda ha deciso la conversione obbligatoria delle risparmio in ordinarie sulla base di un rapporto di conversione pari a 0,67 ordinarie per ciascuna risparmio e, in subordine, la distribuzione di un dividendo straordinario di 0,75 euro (3,3% del prezzo dell’ordinaria e 5,0% della risparmio) per ciascuna azione ordinaria esistente e di nuova emissione risultante a seguito della conversione, pari ad un esborso massimo complessivo di 144,1 milioni di euro.

Brillante Interpump +4,4%: il titolo supera di gran carriera il record del 2019 a 33,62 euro e fa segnare il nuovo massimo storico a 34,38.

Deboli i petroliferi: il greggio arretra dai massimi dal 18 settembre toccati venerdì. Il future dicembre sul Brent segna 42,40 $/barile (da 43,57), il future novembre sul WTI 40,15 $/barile (da 41,48). Eni -0,6%, Tenaris +0,3%, Saipem -0,6%.

BPER Banca -2,2% in rosso. Oggi inizia la seconda settimana dell’aumento di capitale da 800 milioni di euro finalizzato a finanziare l’acquisizione degli sportelli UBI-Intesa.

La negoziazione dei diritti terminerà lunedì prossimo, ultimo giorno per esercitarli (e conclusione dell’operazione) venerdì 23 ottobre.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 13:00 intervento Lagarde (BCE), alle 18:00 intervento Bailey (BoE).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,