Piazza Affari poco mossa. Bancari in recupero, negative le utility. FTSE MIB +0,1%

di , pubblicato il

Piazza Affari poco mossa. Bancari in recupero, negative le utility. FTSE MIB +0,1%.

Il FTSE MIB segna +0,1%, il FTSE Italia All-Share +0,0%, il FTSE Italia Mid Cap -0,1%, il FTSE Italia STAR -0,1%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,81% (chiusura precedente a 0,78%), lo spread sul Bund 103 bp (da 102) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 -0,1%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,0%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 +0,6%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,4%, NASDAQ 100 -0,5%, Dow Jones Industrial -0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,54%, NASDAQ Composite -0,24%, Dow Jones Industrial -0,77%.

Mercato azionario giapponese negativo, il Nikkei 225 ha terminato a -0,93%. Borse cinesi in verde: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,42%, l’indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,1%.

Bancari in netto recupero dopo la flessione di ieri: l’indice FTSE Italia Banche segna +1,2%. In evidenza Unicredit +1,8%: l’istituto ha concesso a Ferrovie dello Stato Italiane un finanziamento a 3 anni di importo pari a 200 milioni di euro.

Vendite sulle utility: i titoli del comparto sono probabilmente penalizzati dal rialzo dei rendimenti. Enel -1,5%, Italgas -1,1%, Hera -0,7%, Terna -1,0%.

Buone performance per Webuild +1,9%, Danieli & C +1,2% (toccati i massimi da marzo 2018) e Sesa +1,2%. Secondo un report di Equita i due gruppi sono tra i maggiori beneficiari del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Debole il comparto rinnovabili con ERG -1,0% e Falck Renewables -2,2%. Quest’ultima ieri ha annunciato l’acquisto per 5,5 milioni di euro del 60% di SAET, azienda di Padova leader nella progettazione e costruzione di sistemi elettrici di Alta Tensione e nella realizzazione di impianti di Energy Storage.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 Bilancia commerciale Italia, alle 11:00 inflazione eurozona.
Negli USA alle 14:30 richieste settimanali sussidi disoccupazione, indice Philadelphia Fed (manifatturiero), alle 16:00 indice anticipatore (Conference Board).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , ,