Piazza Affari: nuovi massimi dal 2008 in scia ai bancari. FTSE MIB +1,02%

di , pubblicato il

Piazza Affari: nuovi massimi dal 2008 in scia ai bancari. FTSE MIB +1,02%.

Mercati azionari europei in verde. Wall Street chiusa per festività (Washington’s Birthday). A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,02%, il FTSE Italia All-Share a +1,09%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,73%, il FTSE Italia STAR a +1,43%.

BTP stabili e spread in leggero calo. Il rendimento del decennale segna 0,91% (chiusura precedente a 0,91%), lo spread sul Bund segna 130 bp (da 132) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che in Giappone il PIL è crollato del 6,3% a/a nel quarto trimestre 2019 contro il -3,7% del consensus. La massiccia flessione è dipesa dal forte calo di consumi e investimenti dopo l’aumento dell’IVA dall’8% al 10% lo scorso ottobre.

Bancari protagonisti a Milano: l’indice FTSE Italia Banche segna +1,82%, l’EURO STOXX Banks +0,8%. Molto bene Banco BPM +5,41%, BPER Banca +3,31%, UniCredit +1,90%. Spicca UBI Banca +5,50% che accelera al rialzo dopo la pubblicazione del piano industriale 2022 e tocca i massimi da settembre 2018. Il piano prevede a fine periodo utile netto pari a 665 milioni di euro (da 251 nel 2019), costo del credito in calo a 56 bp (da 87), rettifiche nette su crediti a 387 milioni (da 738), CET1 a 12,5% (da 12,3%) e ROTE all’8,3%. Il management evidenzia che “In uno scenario di tassi di mercato a 0% (quindi non positivi), l’utile netto si incrementerebbe di oltre 100 milioni al 2022, con un ROTE del 9,5%”. Per quanto riguarda i dividendi si prevede un “Pay out medio del 40% in arco Piano, coerente con il mantenimento di un CET1 ratio al 12,5% a fine anno. Nel 2022, possibile ulteriore incremento del dividendo in caso di CET1 ratio superiore al 12,5%”.

Nexi +3,87% prolunga il rally e tocca a 16,0960 euro il nuovo record storico.

Il titolo approfitta ancora del possibile consolidamento nel settore delle carte di pagamento e servizi connessi dopo che due settimane fa Worldline ha annunciato l’acquisizione della francese Ingenico con una valutazione complessiva di 7,8 miliardi di euro. Per Nexi si parla di una possibile integrazione con SIA, prossima alla quotazione. Della partita potrebbe far parte anche Iccrea che secondo indiscrezioni sta valutando l’eventuale spin-off della divisione carte per poi cercare una partnership con un investitore.

Auto e industriali in recupero dopo la flessione di venerdì: nuovi contagi da coronavirus in Cina rallentano dopo il balzo a seguito dell’adozione di una nuova metodologia per identificare l’infezione. Secondo le autorità sanitarie del Paese siamo vicini a un’inversione di tendenza. A Milano Pirelli +4,42%, FCA +0,47%, Prysmian +2,23%, CNH Industrial +1,35%.

Bene Recordati +1,86% a 41,10 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione accumulate sul titolo e incrementa il target da 43,60 a 44,60 euro. Venerdì il gruppo farmaceutico ha comunicato i risultati preliminari dell’esercizio 2019 e gli obiettivi per il 2020. Nello scorso esercizio ricavi a 1.481,8 milioni di euro, +9,6%, EBITDA a 544,0 milioni, +9,0%, utile operativo a 465,3 milioni, +5,2%, utile netto a 368,9 milioni, +18,1%. Per il 2020 il management prevede ricavi tra 1.550 milioni e 1.580 milioni, EBITDA compreso tra 580 e 590 milioni, utile operativo tra 490 e 500 milioni e utile netto tra 360 e 370 milioni.

STM -2,66% negativa in sintonia con il settore semiconduttori europeo. Perdono terreno anche ASML -1,5%, Infineon -1,6%, Dialog Semiconductor -3,4% e AMS -4,0%.

Interpump, +8,28% a 31,92 euro, prolunga il rally di venerdì e tocca i massimi da maggio 2019. Equita e Kepler Cheuvreux hanno migliorato le valutazioni sul titolo. Per gli analisti i dati 2019 sono buoni: ricavi +7% a/a, utile netto a 180,7 milioni di euro, +11,2% a/a sul dato normalizzato 2018. Bene anche l’outlook: per il triennio 2020-2022 il management prevede robusta crescita complessiva del fatturato (nell’intorno del +33%); mantenimento dell’eccellenza nella redditività con un EBITDA margin nell’intorno del 22% (considerando la probabilità che le acquisizioni possano avere anche temporanei effetti diluitivi); mantenimento della cautela nella leva finanziaria (debito totale tra 1 e 1,5 volte l’EBITDA).

Credito Valtellinese +7,09% estende i progressi delle ultime sedute e sale sui massimi da novembre 2018. Giovedì 6 febbraio la banca ha comunicato i risultati 2019: l’esercizio è andato in archivio con utile netto pari a 56,2 milioni di euro, +77% rispetto ai 31,7 milioni dell’esercizio 2018, meglio delle attese. Il management punta al ritorno del dividendo nel 2021 (esercizio 2020).

Netto rialzo per Tinexta +6,53% a 13,38 euro. Banca IMI conferma la raccomandazione buy sul titolo e incrementa il target da 14,00 a 15,50 euro. Terza seduta consecutiva in netto rialzo per Tinexta dopo la pubblicazione dei risultati preconsuntivi 2019 (superiori alle attese) e del piano industriale 2020-2022. Nello scorso esercizio ricavi a circa 258 milioni di euro, +7,7% a/a, EBITDA a circa 72 milioni, +8,8% a/a. Gli obiettivi del piano prevedono per il 2020 ricavi superiori a 270 milioni (oltre +4,7% sul dato preliminare 2019) ed EBITDA in crescita dell’8%, per il 2022 ricavi superiori a 300 milioni e crescita dell’EBITDA più che proporzionale rispetto ai ricavi.

Forti acquisti su Illimity Bank +5,77% che prolunga il rally e tocca a 11,16 euro il nuovo massimo storico. Il titolo approfitta ancora dei risultati 2019, primo anno di attività della banca, comunicati martedì scorso. L’esercizio si è chiuso con una perdita netta di 16,1 milioni di euro ma l’ultimo trimestre ha segnato un risultato positivo pari a 2,1 milioni. A dicembre 2019 gli attivi totali della banca hanno raggiunto i 3 miliardi di euro circa, da 1,2 miliardi di euro al 31 dicembre 2018. L’a.d. Corrado Passera prevede “che la leva operativa diventi progressivamente più visibile nel corso del 2020, esercizio che vedrà una forte progressione”. Kepler Cheuvreux dopo l’uscita dei dati ha confermato la raccomandazione buy e il target a 15 euro.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.