Piazza Affari migliore in Europa. FTSE MIB +0,6%

di , pubblicato il

Piazza Affari migliore in Europa. FTSE MIB +0,6%.

Il FTSE MIB segna +0,6%, il FTSE Italia All-Share +0,6%, il FTSE Italia Mid Cap +0,3%, il FTSE Italia STAR +0,4%.

Mercati azionari europei poco sopra la parità: EURO STOXX 50 +0,2%, FTSE 100 +0,1%, DAX +0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani in rosso: S&P 500 -0,1%; NASDAQ 100 -0,2%; Dow Jones Industrial -0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,19%; NASDAQ Composite -0,19%; Dow Jones Industrial +0,71%.

Mercato azionario giapponese in progresso. L’indice Nikkei 225 ha terminato a +1,23%. Borse cinesi positive: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a +0,94%, l’Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,5%.

Euro in riavvicinamento al minimo dal 28 luglio a 1,0122 contro dollaro toccato ieri. EUR/USD al momento quota 1,0155 circa.

BTP e spread stabili dopo il netto peggioramento di ieri. Il rendimento del decennale segna 3,15% (chiusura precedente a 3,15%), lo spread sul Bund 214 bp (214) (dati MTS).

Avvio positivo per i bancari: l’indice FTSE Italia Banche segna +1,0%, l’EURO STOXX Banks +0,7%. In evidenza Unicredit +1,9% seguita da Mediobanca +0,6% e Intesa Sanpaolo +0,6%.

Bene anche BPER Banca +1,8%. Il Tribunale di Genova ha revocato il provvedimento cautelare di fine luglio, assunto su ricorso dell’azionista di Banca Carige Malacalza Investimenti, con cui era stata disposta la sospensione dell’esecuzione delle deliberazioni assunte dall’Assemblea ordinaria Carige del 15 giugno 2022, ovvero la nomina del cda e la rinuncia transattiva alle azioni di responsabilità nei confronti di due ex amministratori, Cesare Castelbarco Albani e Piero Montani, oggi a.d. di BPER. BPER “accoglie con soddisfazione l’emissione del citato provvedimento, che consente la ripresa delle attività del Consiglio di Amministrazione di Carige, anche in vista dei prossimi impegni strategici”.

Petroliferi in ordine sparso: il greggio ripiega verso i minimi da gennaio/febbraio toccati ieri pomeriggio. Il future ottobre sul Brent segna 92,85 $/barile (minimo a 91,70 circa), il future settembre sul WTI 87,15 $/barile (minimo a 85,70 circa). Eni +0,4%, Tenaris -0,9%, Saipem +0,9%.

Segni positivi tra gli industriali: Stellantis +1,2%, Interpump +1,2%, CNH Industrial +0,7%.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 11:00 PIL (2a stima trim2) eurozona.
Negli USA alle 14:30 vendite al dettaglio, alle 16:00 scorte delle imprese, alle 16:30 variazione settimanale scorte petrolio (EIA), alle 20:00 verbali FOMC (Fed).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , ,